BORSE EUROPA - Tensioni Ucraina e Pmi Cina deprimono indici

lunedì 5 maggio 2014 11:04
 

INDICI                       ORE 10,50   VAR %   CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                  3.137,75    -1,26   3.109,00
 FTSEUROFIRST300              1.340,59    -0,77   1.316,39
 STOXX BANCHE                 198,67      -1,04   194,21
 STOXX OIL&GAS                357,66      -0,48   335,00
 STOXX ASSICURAZIONI          225,5       -0,85   228,22
 STOXX AUTO                   503,99      -1,42   481,95
 STOXX TLC                    302,06      -0,36   297,60
 STOXX TECH                   272,04      -1,32   290,51
 
    LONDRA, 5 maggio (Reuters) - L'azionario europeo è in
ribasso questa mattina, depresso da dati deboli sul pmi cinese e
dalle persistenti tensioni sul fronte ucraino.
    Alle 10,50 italiane l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
 cede lo 0,77% a 1.340,59 punti. Il paniere delle blue
chip Euro STOXX 50 alla stessa ora va peggio e
lascia sul terreno l'1,26% a quota 3.137,75.
    Il DAX tedesco perde l'1,33% e anche il francese
CAC segna un calo dell'1,1%.
    I volumi sono sottili con Londra chiusa per festività.
    La lettura finale di aprile dell'indice Pmi/Hsbc
manifatturiero cinese si è attestata a 48,1 punti, leggermente
sopra a 48,0 punti di marzo, ma sotto i 48,3 della lettura
preliminare e dei 50 che separano le rilevazioni di crescita da
quelle di contrazione del settore. 
    Gli strategists di Ubs hanno tagliato la propria
raccomandazione sulla Cina a "neutral", aggiungendo che c'è il
rischio che la crescita dell'economia cinese possa rallentare ad
un tasso del 5% il prossimo anno dal 7% attuale.
    A rendere gli investitori cauti nel prendere posizioni anche
la situazione ucraina dopo che domenica militanti pro-russi
hanno attaccato una stazione di polizia a Odessa e liberato
circa 70 attivisti. 
    I titoli in evidenza:
    * La tedesca Wincor Nixdorf cede il 6% dopo aver
reso noti dati sulle vendite peggiori delle attese.
    * Wacker Chemie perde il 3,2% dopo una trimestrale
deludente.
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia