Cina, prima Ipo nel nucleare da 1,9 miliardi di euro

lunedì 5 maggio 2014 10:27
 

SHANGHAI, 5 maggio (Reuters) - China National Nuclear Power ha in programma di raccogliere 16,3 miliardi di yuan (circa 1,9 miliardi di euro) nella prima quotazione in borsa di una società nucleare in Cina.

Lo sbarco sul listino avviene nel quadro di quella che è la maggiore espansione al mondo della capacità di energia atomica nel settore civile.

La quotazione, se approvata dalle autorità preposte, potrebbe essere la maggiore dall'Ipo con cui Agricoltural Bank of China raccolse 22 miliardi di yuan, secondo i calcoli Reuters.

Nel prospetto preliminare, China National Nuclear - di proprietà dello Stato - ha in programma di vendere 3.651 miliardi di nuove azioni, il 25% del capitale post-aumento, per finanziare progetti e reintegrare il capitale circolante.

La quotazione rientra nella più ampia spinta del governo verso l'energia pulita: nelle intenzioni di Pechino entro il 2020 la capacità degli impianti dovrà salire a 58 gigawatt dai 14,6 GW del 2013, per arrivare a 200 GW nel 2030, un obiettivo che gli analisti giudicano ambizioso.

Il Paese genera meno del 2% dell'elettricità con 17 reattori nucleari. Altri 31 sono in costruzione.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia