Borsa Milano azzera rialzo in chiusura, piatta Pop Milano in vigilia aumento

venerdì 2 maggio 2014 17:51
 

MILANO, 2 maggio (Reuters) - Piazza Affari perde slancio nel finale e azzera i guadagni in concomitanza con l'inversione di rotta di Wall Street e dopo aver perso il sostegno dei bancari, Popolare Milano in testa sulla quale nel finale sono prevalse le chiusure di posizioni in vista dell'avvio dell'aumento di capitale lunedì.

"Su Popolare Milano nel finale hanno chiuso le posizioni in vista della partenza dell'aumento. Non pesa molto sull'indice ma se passa da +5% a 0 un impatto lo ha comunque", commenta un trader.

Oltreoceano gli indici americani dopo una partenza in rialzo grazie ai buoni dati sui nuovi occupati hanno invertito la rotta su realizzi.

L'indice FTSE Mib ha chiuso a -0,01%, l'Allshare a +0,03%. Di poco migliore Londra, decisamente negative Parigi e Francoforte. Volumi per 2,4 milioni di euro.

POP MILANO ha chiuso piatta una seduta che l'ha vista veleggiare oltre 0,76 euro. Lunedì parte l'aumento di capitale da 500 milioni. Secondo gli analisti l'operazione, che vede uno sconto sostanzialmente in linea con altre ricapitalizzazioni, potrà essere assorbita dal mercato senza particolare difficoltà, Inoltre, sottolinea qualche broker, una volta concluso metterà la banca nelle condizioni di ottenere le rimozione degli add-on e la validazione dei modelli avanzati con benefici rilevanti sui coefficienti patrimoniali.

Resta tonica CARIGE (+5,55%) dopo che nell'assemblea di ieri i vertici hanno ribadito che l'aumento di capitale da 800 milioni è sufficiente, mentre la Fondazione è pronta a scendere fino al 19% del capitale.

Tra bancari e finanziari spunti su POP EMILIA e AZIMUT, piatta INTESA, debole UNICREDIT . Lo stoxx italiano cede lo 0,16%, quello europeo lo 0,48%.

Contiene il rialzo nel finale anche FIAT : in mattinata la spinta è arrivata dalle immatricolazioni Chrysler negli Usa che ad aprile sono state migliori delle attese. A breve sono attesi i dati sulle immatricolazioni italiane.

SAIPEM chiude a +2% sull'annuncio di un nuovo contratto offshore E&C in Azerbaigian per 1,8 milioni di dollari, mentre TENARIS è poco mossa dopo i conti trimestrali che vedono un utile in lieve crescita.   Continua...