PUNTO 1-Marina Berlusconi e l'ingresso in politica: mai dire mai

mercoledì 30 aprile 2014 15:01
 

(Aggiunge dichiarazioni Marina, background)

ROMA/MILANO, 30 aprile (Reuters) - Marina Berlusconi non ha intenzione di entrare in politica adesso, ma non esclude di farlo in futuro.

La figlia dell'ex premier - su cui si è speculato molto dopo che il Cavaliere, ormai ineleggibile e incandidabile, è alla ricerca di un delfino a cui affidare le sorti del centrodestra - per la prima volta lascia aperto uno spiraglio ad un suo futuro impegno nell'agone politico.

"So che nella vita non si può mai escludere nulla. Quindi oggi è così. Un domani, se capitasse, la politica, chissà...", ha detto al Corriere della sera la manager milanese considerata una delle donne più potenti del mondo secondo la rivista Forbes.

Marina, 47 anni, è la prima figlia di Berlusconi. Dal 2003 è alla guida di Mondadori e membro del cda Mediaset . Dal 2005 è presidente di Fininvest. Dal 2008 al 2012 è stata nel cda di Mediobanca. Sposata, ha due figli.

Silvio Berlusconi ha altri 4 figli tra cui Barbara, 30 anni a luglio, la promogenita avuta dalla sua seconda moglie Veronica Lario. Barbara, amministratore delegato del Milan, viene considerata da alcuni osservatori, la più disponibile a seguire le orme del padre.

Marina critica, tuttavia, l'ipotesi di successione familiare: "Questa storia della trasmissione dinastica non mi ha mai convinto. La leadership non si eredita, bisogna sapersela costruire, passo dopo passo, nel tempo, con umiltà, sacrificio, passione. E soprattutto con rispetto: per se stessi e per gli elettori", spiega.

Al termine dell'assemblea di Mondadori, in mattinata, Marina non ha voluto fare ulteriori commenti: "Quello che dovevo dire l'ho detto: oggi no, domani chissà", ha detto ai cronisti.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi dà per scontato che a Berlusconi succeda Marina e rivolgendosi all'erede ha detto: "Ci vediamo nel 2018", cioè al termine dell'attuale legislatura.   Continua...