Eni, in Libia situazione volatile, produzione a 170.000 boe/giorno - Descalzi

martedì 29 aprile 2014 17:55
 

MILANO, 29 aprile (Reuters) - In Libia la situazione è ancora volatile: nel primo trimestre Eni ha raggiunto quota 250.000 barili di produzione di idrocarburi al giorno mediamente, mentre da fine marzo la situazione è peggiorata, a seguito della chiusura di Wafa, scendendo intorno a 170.000 barili.

Lo ha detto il direttore generale E&P di Eni, Claudio Descalzi, nel corso della call con gli analisti sui risultati del primo trimestre.

"In Libia la situazione è ancora volatile, ma nel primo trimestre abbiamo perfomato bene e la produzione si è attestata mediamente in linea con le nostre stime di circa 250.000 barili/giorno", ha detto Descalzi. Poi ha aggiunto: "La situazione a marzo è un po' peggiorata al seguito della chiusura di Wafa per 4 settimane e la produzione è scesa intorno a 170.000 barili al giorno. Stiamo lavorando con la Noc e con le autorità per riavviare di nuovo Wafa, non ci sono problemi sui nostri impianti".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia