Berlusconi, tribunale sorveglianza valuta dichiarazioni su affidamento

martedì 29 aprile 2014 15:47
 

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Le dichiarazioni fatte da Silvio Berlusconi sul suo affidamento in prova ai servizi sociali - nell'intervista al programma "Piazzapulita" in onda ieri sera su La7 - sono al vaglio del Tribunale di Sorveglianza di Milano.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

Lo scorso 15 aprile, il tribunale di sorveglianza ha concesso a Berlusconi l'affidamento ai servizi sociali come misura alternativa alla detenzione domiciliare per la condanna per frode fiscale sui diritti tv Mediaset.

Nella loro ordinanza, però, i giudici avevano esortato l'ex-premier a non rendere dichiarazioni offensive nei confronti della magistratura, pena la possibile revoca dell'affidamento.

Nell'intervista, Berlusconi ha definito la sua sentenza "mostruosa" e "ridicola", dopo aver detto che era dovere morale del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano concedergli la grazia motu proprio.

Intanto domattina l'istituto "Sacro Cuore" di Cesano Boscone, dove Berlusconi è stato affidato in prova, renderà note le modalità con cui l'ex-premier espleterà i propri compiti.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia