BORSE ASIA-PACIFICO incerte, attesa per eventi settimana

martedì 29 aprile 2014 09:22
 

INDICE                        ORE  9,06    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     475,03       -0,20    468,16
 TOKYO                         CHIUSA                16.291,31
 HONG KONG                     22.238,67    0,48     22.656,92
 SINGAPORE                     3.228,53     -0,44    3.167,43
 TAIWAN                        8.872,11     0,71     8.611,51
 SEUL                          1.964,77     -0,23    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.020,34     0,84     2.115,98
 SYDNEY                        5.486,60     -0,89    5.352,21
 MUMBAI                        22.555,22    -0,34    21.170,68
 
    ROMA, 29 aprile (Reuters) - Regna l'indecisione oggi nei mercati azionari
dell'area Asia-Pacifico, dove l'attesa per alcuni importanti appuntamenti della
settimana ha oscurato i  risultati positivi di Wall Street.
    Intorno alle 9,05 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo - oggi chiusa - segnava -0,2%, a 475,03
punti.
    Gli investitori sono in attesa della riunione di politica monetaria della
Federal Reserve statunitense e di nuovi dati sul lavoro negli Usa che diano
spinta alla crescita. Domani si tiene la riunione della Banca del Giappone, e in
questi giorni è attesa una raffica di dati, tra cui quelli sull'inflazione della
zona euro e sul Pil degli Usa e del Regno Unito.
    Anche gli avvenimenti in Ucraina giustificano la cautela. Gli Stati Uniti
hanno deciso sanzioni a carico di sette dirigenti russi e 17 aziende legate al
Cremlino, nell'ennesimo tentativo di costringere Mosca a non intervenire nel
paese dell'Europa orientale. Anche i governi dell'Ue hanno raggiunto un accordo 
per imporre il congelamento degli asset e il divieto sui visti su altre 15
persone.
    SYDNEY ha inizialmente raggiunto il picco più alto da sei anni a questa
parte, per poi ripiegare con una corsa generale alle prese di profitto prima
dell'arrivo dei risultati sui profitti delle più importanti banche locali.
    SEOUL ha registrato un aumento della moneta locale, il won, quasi ai massimi
da sei anni, ma la borsa ha chiuso a -0,23%, il risultato peggiore da
oltre un mese. Samsung Electronics ha perso il 2% circa dopo il
secondo calo consecutivo nei profitti trimestrali, a causa della debolezza nel
settore degli schermi piatti e della crescente saturazione del mercato degli
smartphone.
    Le borse cinesi e anche TAIWAN sono sono in territorio positivo. HONG KONG
guadagna grazie agli operatori telecom China Mobile e China Unicom, in rimbalzo
dopo le perdite della scorsa settimana. SHANGHAI segna +0,85%, circa, mentre
l'indice CSI300, che raccoglie le migliori azioni di Shanghai e
Shenzhen, segna un aumento di oltre l'1%.
    Prada segna +1,56%.
    SINGAPORE registra un calo dello 0,4% circa, nella terza seduta negativa di
seguito, in particolare per le perdite di United Overseas Bank and
Wilmar International.
    In flessione anche MUMBAI, a causa dei timori degli investitori esteri e del
calo di titoli legati al consumo, come Unilever.
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia