Borsa Usa vira in negativo, Amazon pesa su Nasdaq, BofA cede oltre 6%

lunedì 28 aprile 2014 19:57
 

NEW YORK, 28 aprile (Reuters) - Gli indici di Wall Street sono passati in territorio negativo, con il Nasdaq che registra le maggiori perdite, trascinato al ribasso da Amazon.

A metà seduta il titolo della società di e-commerce cede infatti il 4,4%. Dopo il picco toccato lo scorso 22 gennaio, Amazon ha perso il 29% della sua capitalizzazione. Solo venerdì, il gruppo statunitense ha perso il 9,9% sulla scia dell'annuncio di un aumento dei costi, nonostante i ricavi si fossero rivelati superiori alle attese.

Deboli anche i titoli bancari, con Bank of America, che cede oltre il 6%. La banca ha annunciato la sospensione del piano di buyback da 4 miliardi di dollari e dell'incremento del dividendo trimestrale dopo aver contabilizzato in modo non conforme il trattamento di alcuni titoli strutturati legati all'acquisizione di Merrill Lynch nel 2009. L'istituto sottoporrà nuovamente alla Fed il suo piano patrimoniale per il 2014.

Intorno alle 19,20 il Dow Jones cede lo 0,06%, l'S&P 500 lo 0,39%, il Nasdaq l'1,04. Nelle prime battute l'azionario era in rialzo, grazie anche alla vivacità sul fronte M&A nel settore farmaceutico.

Pfizer guadagna il 2,7%. Il colosso Usa sta lavorando a una prossima mossa dopo che il rifiuto di due offerte per la britannica Astrazeneca, nell'ambito di un'operazione che potrebbe valere oltre 100 miliardi di dollari. Inoltre Forest Laboratories ha annunciato l'acquisto di Furiex Pharmaceuticals per un massimo di 1,46 miliardi. Il titolo di quest'ultima sale di quasi il 30%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia