Borsa Milano parte debole con Europa, pesano tensioni Ucraina

venerdì 25 aprile 2014 09:39
 

MILANO, 25 aprile (Reuters) - Avvio negativo a Piazza Affari, in linea all'andamento delle altre borse europee, appesantite dall'inasprimento della crisi in Ucraina.

In un contesto semifestivo e di crescita del rischio geopolitico è scarso l'impatto sulla borsa milanese della decisione annunciata questa mattina dall'agenzia di rating Fitch di rivedere al rialzo l'outlook sul rating sovrano dell'Italia a 'stabile' da 'negativo' confermando il merito di credito al livello BBB+. .

Attorno alle 9,30 l'indice FTSEMib cede lo 0,51% l'Allshare dello 0,48%

L'indice europeo FTSEurofirst 300 arretra delo 0,48% con l'indice Dax della borsa tedesca, la più penelizzata dalle tensioni in Ucraina, in calo dell'1% circa.

Il listino milanese risente in particolare delle perdite dei titoli bancari tra cui UNICREDIT e INTESA SANPAOLO , con cali attorno ad un punto percentuale.

Venduta anche TELECOM ITALIA (-1,4%) nonostante Deutsche Bank abbia alzato il target price a 1 euro, confermando il giudizio "buy".

Tra i pochi spunti positivi MEDIASET sale del 2,87% mentre la stampa rilancia le indiscrezioni su trattative per l'ingresso di nuovi soci nel capitale di Mediaset Premium.

Bene anche SAIPEM (+0,5%) già premiata ieri dopo i risultati del primo trimestre, in linea con le attese, e la conferma dei target.

Tra i titoli a minore capitalizzazione COBRA balza del 5% dopo le indiscrezioni stampa di un'offerta da parte Palamon Capital Partners. L'azionista di riferimento INTEK destinario, secondo il Sole 24 Ore, della proposta di acquisto del private equity, guadagna il 3% dopo una partenza sotto tono.   Continua...