BORSE EUROPA - Indici in calo su Ucraina, Alstom sospesa in attesa nota

venerdì 25 aprile 2014 10:57
 

INDICI                           ORE 10,40   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                      3166,53     -0,73    3019
 FTSEUROFIRST300                  1337,34     -0,44    1316,39
 STOXX BANCHE                      199,15     -0,93     194,21
 STOXX OIL&GAS                     346,96     -0,39     335
 STOXX ASSICURAZIONI               225,26     -0,81     228,22
 STOXX AUTO                        516,52     -1,21     481,95
 STOXX TLC                         292,26     -0,66     297,6
 STOXX TECH                        277,45     -0,44     290,51
    PARIGI/LONDRA, 25 aprile (Reuters) - Le Borse europee sono in calo oggi, con
i nuovi segnali di violenze in Ucraina che pesano sugli indici, sostenuti ieri
da attività di M&A nel settore industriale.
    Contrattazioni sospese in attesa di nota per la francese Alstom 
dopo che ieri il titolo è balzato del 10,9% sulla notizia che General Electric
 sarebbe interessata all'acquisizione di tutto o di parte del produttore
di turbine e treni per circa 13 miliardi di dollari.
    Le forze ucraine hanno ucciso fino a cinque ribelli filo-russi ieri e Mosca
ha risposto con esercitazioni militari vicino alla frontiera che hanno
alimentato il timore di un'invasione. Sette persone sono poi rimaste ferite
nella notte nell'esplosione di un ordigno a un checkpoint filo-urcaino vicino al
porto di Odessa.    
    Alle 10,40 italiane l'FTSEurofirst 300 perde lo 0,43% a 1.337,43
punti. L'Eurostoxx 50 lascia sul terreno lo 0,71% a 3.167,31 punti.
    Tra le singole piazze alla stessa ora Francoforte -0,85%, Parigi
 -0,39%, Londra -0,24%.
    Il DAX e l'indice austriaco ATX sono quelli che accusano maggiormente
gli effetti della crisi in Ucraina. Le società tedesche e austriache sono
infatti tra le più esposte in Europa nei confronti di Russia e Ucraina.
    Il Dax, da anni l'indice europeo con la migliore performance, è in calo
dell'1,2% da inizio anno, dietro al francese CAC 40, in rialzo finora del 3,7%,
al FTSE MIB di Milano, su del 14%, e allo spagnolo IBEX, in rialzo del 4,7%.
    
    Altri titoli in evidenza:
    * Deutsche Bank perde il 2,2% sulla notizia che starebbe
valutando un possibile aumento di capitale da 5 miliardi di euro quest'anno per
far fronte agli stress test e alle nuove regole patrimoniali.      
    * Il titolo della svedese Publigroupe balza dell'8,3% dopo che
Swisscom ha presentato un'offerta per le directory online.
    * Electrolux corre in rialzo del 9,77% dopo i risultati.
    * Titolo in calo di oltre il 5,97% per la finlandese Neste Oil Oyj
, dopo che il gruppo specializzato nella raffinazione ha annunciato
utili trimestrali sotto le attese, a causa di un'erosione dei margini nella
raffinazione, e ha tagliato l'outlook sugli utili per l'anno.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia