PUNTO 1-Alitalia-Etihad, per Uil nodi sono debito, ruolo banche, costo lavoro

mercoledì 23 aprile 2014 19:05
 

(Aggiunge informazioni da fonti e background)

di Alberto Sisto

ROMA, 23 aprile (Reuters) - Per l'Ad di Alitalia, Gabriele Del Torchio, i nodi ancora irrisolti nella trattativa con i vertici di Etihad riguardano i debiti pregressi del gruppo italiano, l'eventuale aumento della quota di capitale di alcune banche creditrici e anche il costo del lavoro.

Questo, almeno, stando alle dichiarazioni rilasciate a RaiNews24 dal segretario generale della Uil Luigi Angeletti - riferite da una nota del sindacato - che ha parlato dell'incontro avuto con il top manager della compagnia aerea italiana.

"Del Torchio ci ha rappresentato lo stato del confronto con Etihad che, sostanzialmente, vede gli stessi nodi ancora non sciolti relativi ai debiti pregressi della compagnia e al ruolo delle banche che - magari sottoscrivendo capitale - dovrebbero accollarsi i crediti che hanno nei confronti di Alitalia. Esiste anche un problema che riguarda il costo del lavoro" ha risposto il sindacalista.

Per quello che riguarda un possibile piano di riduzione del personale di Alitalia, Angeletti ha detto che "la Uil farà la propria parte per raggiungere l'accordo".

ZONA CESARINI

I personaggi coinvolti incominciano a svegliarsi all'alba del 90° minuto, come sempre accade in Italia davanti alle questioni più rilevanti che vengono inesorabilmente lasciate frollare a puntino.   Continua...