Concordia, lavoriamo perché smaltimento sia in Italia - Renzi

mercoledì 23 aprile 2014 14:48
 

ROMA, 23 aprile (Reuters) - Il governo si sta impegnando perché la demolizione della nave da crociera Costa Concordia , che secondo le stime vale 350 milioni di euro, avvenga in Italia.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, nel filo diretto su Twitter, "Matteorisponde", da Palazzo Chigi.

"Stiamo lavorando perché lo smaltimento sia in Italia", risponde il premier a chi gli chiedeva di prendere posizione sul fatto che per Genova sarebbe importante "conquistare" lo smantellamento della nave naufragata, che è stata riportata in asse davanti all'Isola del Giglio.

Un'offerta per la gara d'appalto sulla demolizione, che prevede le operazioni nel capoluogo ligure, è stata presentata lo scorso gennaio da Saipem in associazione con i genovesi Mariotti e San Giorgio, hanno riferito fonti vicine al dossier.

La nave, nel cui naufragio persero la vita 32 persone, è stata riportata in asse lo scorso settembre con una complessa manovra di rotazione ripresa da tutti i media del mondo. Sarà riportata in galleggiamento auspicabilmente la prossima estate.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia