23 aprile 2014 / 09:49 / tra 3 anni

PUNTO 5-Generali prezza bond 2026 Tier2 a reoffer 99,073 - lead

(Aggiorga aggungendo in testa avvenuto pricing)

LONDRA/MILANO, 23 aprile (Reuters) - Generali ha prezzato oggi a reoffer 99,073 un‘obbligazione ‘subordinated Tier 2’ a 12 anni per un miliardo di euro, ricevendo richieste da parte degli investitori per oltre 7,5 miliardi.

Il rendimento del bond è stato fissato a 225 punti base sopra il tasso midswap, dopo una prima indicazione questa mattina in area 250 pb, poi rivista in area 230. Il rendimento è quindi risultato pari a 4,225%. La cedola è di 4,125% .

“Il bond ha incontrato l‘interesse degli investitori, anche oltre le nostre attese e il titolo è uscito meglio dei due subordinati di Generali attualmente sul mercato”, afferma uno dei lead manager dell‘operazione. “Sicuramente è piaciuto il carattere difensivo di questo titolo, a cominciare dal rating”.

Il rating atteso dell‘obbligazione è ‘Baa3’ per Moody‘s, ‘BBB+’ per S&P, ‘BBB’ per Fitch e ‘BBB+’ per AM Best.

L‘emissione - che andrà a contribuire al calcolo del Tier 2 di Generali - non è ‘callable’ e non prevede la possibilità di deferire del pagamento della cedola.

Ieri la compagnia assicurativa, insieme ai lead manager Barclays, Mediobanca, Morgan Stanley, Ubs Investment Bank e UniCredit, aveva organizzato una conference call con gli investitori per spiegare le caratteristiche del bond.

“A monte di tutto ciò, c‘è comunque sul mercato una richiesta pazzesca di rendimenti da parte degli investitori”, conclude il dealer.

RIMBORSO PRESTITO SUBORDINATO MEDIOBANCA

Nell‘assegnare il proprio rating provvisorio all‘emissione, Fitch definisce l‘operazione “neutra per l‘emittente in termini di leverage finanziario e marginalmente positiva per i coefficienti patrimoniali”.

La nota dell‘agenzia di rating sottolinea che il ricavato della transazione odierna verrà utilizzato da Generali per finanziare il rimborso (avvenuto lo scorso 7 aprile) di un prestito subordinato da 500 milioni ottenuto da Mediobanca e 500 milioni di obbligazioni senior in scadenza nel maggio del 2015.

Lo scorso febbraio l‘Ivass aveva mosso dei rilievi sul prestito subordinato di Mediobanca per inadeguata comunicazione, stabilendone la non ammissibilità nel computo del margine di solvibilità (Solvency) di Generali, con un impatto negativo di circa 3 punti percentuali. A seguito della decisione Ivass Generali aveva annunciato l‘intenzione di rimborsare il prestito e recuperare i punti di margine di solvibilità attraverso l‘emissione di un nuovo strumento di capitale.

Nella presentazione del bilancio 2013 la compagnia ha reso noto di avere scadenze obbligazionarie per 2,25 miliardi quest‘anno e di voler ridurre nel 2014 l‘ammontare del debito di almeno 750 milioni.

A inizio gennaio Generali ha già emesso un bond senior da 1,25 miliardi sulla scadenza 2020.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below