Alitalia-Etihad a schermaglie finali per arrivare ad accordo-Cisl

mercoledì 23 aprile 2014 10:38
 

ROMA, 23 aprile (Reuters) - Tra Alitalia ed Etihad sono in corso le ultime battute negoziali prima di una intesa.

Lo ha detto il leader della Cisl Raffaele Bonanni dopo che ieri il consiglio di amministrazione della compagnia aerea italiana si è limitato a prendere atto dello stato delle trattative per l'ingresso del vettore di Abu Dhabi in Alitalia.

Il governo considera Alitalia un asset strategico e l'anno scorso ha favorito un piano di rafforzamento finanziario da 500 milioni di euro che ha visto Poste, controllata al 100% dal Tesoro, entrare nel capitale con 75 milioni di euro.

Il gruppo italiano, oberato da quasi 800 milioni di debiti e in perdita, ha però bisogno di un ricco partner industriale per poter continuare a volare dopo che il socio Air France-Klm non ha partecipato alla ricapitalizzazione diluendo la sua quota dal 25 al 7% circa.

Le due compagnie sono in contatto dallo scorso novembre e il negoziato è entrato nel vivo a inizio mese con l'incontro tra l'amministratore delegato di Etihad James Hogan e il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La stretta finale però tarda ad arrivare e alcuni giornali hanno parlato di un fallimento delle trattative legato alle richieste di Etihad su riduzione del personale, ristrutturazione del debito e rotte.

"Penso che si tratti di schermaglie per arrivare a un accordo", ha detto Bonanni a margine di un convegno a Roma.

"Naturalmente i nodi che ci sono vanno sciolti e non vanno nascosti sotto il tappeto. Meglio sviscerare tutto fino in fondo in modo di fare una compagnia in grado di competere a livello internazionale", ha aggiunto.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia