Risparmio gestito incassa altri 18,8 mld, raccolta trim1 oltre 29 mld

mercoledì 23 aprile 2014 10:54
 

* Miglior trimestre dal 2000

* Patrimonio sale a 1.390 miliardi circa

* Afflussi obbligazionari superano flessibili

* Fondi italiani +2,6 miliardi, esteri +11,8 miliardi

MILANO, 23 aprile (Reuters) - Si conferma il momento positivo dell'industria del risparmio gestito in Italia nel mese di marzo: il mese scorso ha visto affluire altri 18,8 miliardi di euro nel sistema, con i fondi aperti che continuano a fare la parte del leone.

Le statistiche di raccolta preliminari, rese note oggi da Assogestioni, fanno lievitare il saldo del primo trimestre al record dal 2000: si tratta di 29,1 miliardi di euro, quasi la metà dei 62,5 miliardi raccolti sull'interno anno scorso.

Il patrimonio gestito, rappresentato al 45,6% dalle gestioni collettive - ovvero i fondi aperti e chiusi - e al 54,4% da quelle di portafoglio, aggiorna i massimi record, portandosi a 1.390 miliardi circa.

Con sottoscrizioni per 7,9 miliardi di euro, gli obbligazionari tornano a superare i flessibili (+4,6 miliardi) quanto a raccolta per la prima volta da maggio 2013. Il bilancio da inizio anno resta comunque favorevole ai prodotti che assegnano ampia delega al gestore, in nero per 12,4 miliardi. Marzo vede il segno più davanti alla categoria degli hedge, prodotti caduti in disgrazia con la crisi finanziaria. Con i tassi ai minimi proseguono i riscatti sui fondi monetari (-296 milioni), unica categoria in rosso nei primi tre mesi per 1,5 miliardi circa. Richiesti, infine, anche azionari (984 milioni) e bilanciati (1,051 miliardi).

Da segnalare la raccolta del gruppo Generali, 7,73 miliardi di euro registrati quasi interamente sui fondi aperti. Eurizon Capital, fabbrica prodotto di Intesa Sanpaolo, vede afflussi per 2,3 miliardi che, con Banca Fideuram, porta il bilancio del gruppo a 2,7 miliardi circa. Raccolta per circa 1,5 miliardi per Pioneer Investments del gruppo Unicredit e di oltre un miliardo per la neoquotata Anima e l'aspirante matricola Poste Italiane. Il successo dei gruppi di asset management tricolore aiuta a catalizzare anche flussi verso i prodotti di diritto italiano che, a marzo, raccolgono 2,6 miliardi a fronte degli 11,8 miliardi di quelli domiciliati all'estero. Nel primo trimestre i primi hanno visto entrare 6,65 miliardi di euro e i secondi poco più di 18 miliardi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia