BORSE ASIA-PACIFICO - Indici poco mossi con Pmi cinese in linea con attese

mercoledì 23 aprile 2014 08:54
 

INDICE                        ORE  8,45    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     480,50       -0,36    468,16
 TOKYO                         14.546,27    1,09     16.291,31
 HONG KONG                     22.533,04    -0,87    22.656,92
 SINGAPORE                     3.252,85     -0,75    3.167,43
 TAIWAN                        8.956,92     -0,20    8.611,51
 SEUL                          2.000,37     -0,19    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.065,80     -0,34    2.115,98
 SYDNEY                        5.517,80     0,70     5.352,21
 MUMBAI                        22.887,40    0,57     21.170,68
 
23 aprile (Reuters) - Mercati asiatici poco mossi nella seduta odierna dopo i
dopo i dati sul Pmi cinese in linea con le attese ma ancora in contrazione,
mentre il dollaro australiano crolla ai minimi da due settimane in reazione a
una inflazione soprendentemente bassa, aiutando la piazza di Sydney.
    I dati sul manifatturiero cinese in aprile diffusi oggi mostrano una
stabilizzazione nel rallentamento dell'economia pur con un saldo sotto i 50
punti (a 48,3) che evidenzia ancora una contrazione, ma leggermente al di sopra
del mese precedente.  
    Bene il Nikkei giapponese che ha chiuso in salita di oltre 1 punto
percentuale. Intorno alle 8,45 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, perde lo 0,36. 
    HONG KONG in calo sulla scia dei telefonici sui quali pesano i risultati del
gigante China Mobile, negativi per il terzo trimestre consecutivo. Prada
 sostanzialmente invariato. Segno meno anche per SHANGHAI. 
    Chiude in leggero calo SEUL annullando i guadagni iniziali, come anche
SINGAPORE che viaggia in territorio negativo dopo aver toccato i massimi da
circa 11 mesi su prese di profitto; TAIWAN archivia la seduta in leggero calo a
-0,2% dopo un avvio positivo sull'ottimismo che i guadagni di Wall Street
possano migliorare le prospettive economiche dell'isola.
    Tonica SYDNEY che archivia la seduta con segno più sostenuta dai dati sulla
bassa inflazione nel primo trimestre che hanno fatto affondare il dollaro
australiano, e aquisti sui bancari con Westpac Banking Corp e Australia e New
Zealand Banking Group che mettono a segno nuovi record.
    MUMBAI guadagna mezzo punto toccando un massimo record a 22.875,17 punti.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia