Borse Europa in rialzo spinte da febbre M&A in settore farmaceutico

martedì 22 aprile 2014 10:45
 

INDICI                         ORE 10,40   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                    3170,75     0,47     3019
 FTSEUROFIRST300                1339,34     0,8      1316,39
 STOXX BANCHE                    199,5      0,25      194,21
 STOXX OIL&GAS                   345,25     0,34      335
 STOXX ASSICURAZIONI             225,54     0,73      228,22
 STOXX AUTO                      529,15     1,08      481,95
 STOXX TLC                       291,11     0,75      297,6
 STOXX TECH                      280,08     0,57      290,51
    
    22 aprile (Reuters) - Nella prima seduta dopo la pausa pasquale le borse
europee sono intonate al rialzo spinte dalle operazioni di fusioni ed
acquisizioni, soprattutto nel settore farmaceutico.
    L'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 avanza di quasi l'1% alle
10,40 italiane. Il paniere delle blue chip dell'area euro Euro STOXX 50
 cresce di 0,5 punti.
    Tra le singole piazze, Francoforte cresce dell'1%, Parigi 
di 0,7 punti e Londra di quasi un punto.
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    
    NOVARTIS in crescita del 2,7% dopo aver annunciato di voler
acquisire il ramo specializzato in farmaci antitumorali di GlaxoSmithKline
 per 14,5 miliardi di dollari. Allo stesso tempo, il gruppo svizzero
vuole cedere la propria divisione vaccini, esclusi quelli per l'influenza, a GSK
per 7,1 miliardi più le royalty. Novartis aggiunge di voler vendere a Eli Lilly
per 5,4 miliardi di dollari la divisione sui prodotti per animali.
    
    ASTRAZENECA avanza del 7% dopo che il Sunday Times ha scritto di un
interesse da parte di Pfizer. La fusione dovrebbe avere un valore pari a
60 miliardi di sterline o 101 miliardi di dollari.
    
    PHILIPS cede il 6,4% dopo aver comunicato risultati negativi
peggiori delle attese di mercato. L'Ebita del gruppo è sceso del 22% a 314
milioni di euro nel primo trimestre, a fronte di attese per 341 milioni.
    
    Il tour operator tedesco TUI AG cede lo 0,1% dopo esser salito
giovedì fino al 4%. Hapag-Lloyd, di cui Tui detiene il 22%, ha siglato
un'alleanza con la cilena Vapores.
    Tui cerca da tempo di cedere la quota detenuta in Hapag-Lloyd e la fusione
potrebbe offrire l'occasione buona.
    
    
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia