17 aprile 2014 / 16:43 / 3 anni fa

PUNTO 3-Parmalat, assemblea nomina Cda a 7 membri, 1 solo posto a minoranze

(Aggiunge dichiarazioni neo-presidente)

MILANO, 17 aprile (Reuters) - L'assemblea ordinaria di Parmalat ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione, composto per la prima volta da sette membri invece che 11, con un solo rappresentante degli azionisti di minoranza rispetto ai due contemplati finora.

A favore ha votato sostanzialmente solo l'azionista di maggioranza Sofil, che aveva avanzato la proposta, tra le critiche accese dei fondi azionisti.

Il nuovo Cda è il frutto delle modifiche allo statuto decise dall'assemblea straordinaria che ha anticipato quella ordinaria e che ha previsto che i membri del consiglio non siano più un numero fisso pari a undici ma un numero variabile tra sette e undici.

Dal momento che i 9/11 dei componenti del Cda sono tratti dalla lista di maggioranza, le minoranze hanno diritto a un solo rappresentante, che sarà Umberto Mosetti, in testa alla lista presentata da Fidelity, Gabelli Funds, Setanta Asset Management Limited e Amber, titolari complessivamente del 2,969% del capitale di Parmalat.

Le minoranze, con un solo rappresentante nel board, non saranno più in grado di chiedere la convocazione di un Cda.

In precedenza Arturo Albano, in assemblea in rappresentanza di investitori per lo 0,4%, aveva avanzato il sospetto che le dimissioni in blocco degli amministratori fossero funzionali alla nomina di un nuovo Cda sotto nuove regole, per ridurre così i rappresentanti delle minoranze in Cda da due a uno"

GABRIELLA CHERSICLA PRESIDENTE, NON CI SARA' AD

Il nuovo consiglio, che resterà in carica per tre esercizi, vedrà alla presidenza Gabriella Chersicla.

A proposito delle modifiche statutarie, la neo-presidente ha spiegato che "sono modifiche che ha proposto il socio, assolutamente legittime, conformi alle norme del concordato e che riportano Parmalat in linea con le prassi di mercato".

"Non vedo una violazione dei diritti degli azionisti di minoranza", ha detto Chersicla a margine dell'assemblea.

La nuova governance non prevede la figura dell'amministratore delegato, ma Yvon Guerin continuerà a guidare la società nelle vesti di direttore generale.

Qualche settimana fa Sofil aveva infatti comunicato di ritenere "di comporre la sua lista senza includervi alcun candidato alla gestione operativa, dal momento che la stessa resta affidata al direttore generale Yvon Guerin".

Yvon Guerin aveva assunto anche la carica di DG a settembre, pochi mesi prima delle dimissioni di gran parte degli amministratori e prima della proposta di modifica della governance da parte di Lactalis.

(Elisa Anzolin)

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below