Monetario, curva brevissima resta distesa con accumulo eccesso fondi

giovedì 17 aprile 2014 13:12
 

MILANO, 17 aprile (Reuters) - Corregge di una manciata di centesimi rispetto ai giorni scorsi per tornare a schiacciarsi sotto il riferimento Bce di 0,25% la parte brevissima della curva dei tassi sull'interbancario, complice l'incremento nell'eccesso di liquidità e nonostante la pausa allungata del fine settimana pasquale.

Prosegue intanto a ritmo lievemente più rapido del previsto il rimborso anticipato dei fondi Ltro: contro i 6 miliardi della mediana delle attese Reuters, nove banche della zona euro rimborseranno 7,5 miliardi dei due p/t a tre anni ottenuti tra fine 2011 e inizio 2012.

L'aumento della liquidità in eccesso, arrivata ieri sera intorno ai 135 miliardi di euro, è secondo gli operatori di mercato frutto del regolamento delle ultime due operazioni settimanali dell'Eurotower.

Con il finanziamento a sette giorni a valuta ieri sono stati infatti assegnati 112,165 miliardi a fronte dei 104,619 che rientravano - con l'effetto di un'iniezione netta di circa 7,5 miliardi - ma soprattutto il drenaggio a sette giorni di martedì regolato anch'esso ieri ha riassorbito 153,364 miliardi rispetto a un obiettivo di 172,5 miliardi.

"Il sistema era arrivato a lavorare con un eccesso tra 100 e 110 miliardi e con ieri sera siamo saliti a 135... è naturale che questo abbia un impatto immediato sui tassi, specie se si considera che si profila un weekend di quattro giorni" spiega il tesoriere di una banca primary.

Altrettanto importante, aggiunge, la migliore distribuzione dei fondi fotografata dal numero degli istituti di credito che hanno chiesto e ottenuto i fondi Bce: ben 172 banche hanno infatti aderito all'operazione dell'altroieri contro le 142 del martedì precedente.

Il tasso overnight è indicato in area 0,17-0,18% sul mercato pronti contro termine e su valori analoghi anche a livello di cash, mercato che resta peraltro caratterizzato da volumi molto scarsi e non pare avviato a ripresa.

A fronte dell'esuberante rimbalzo dei listini di borsa e del vistoso rientro dello spread Btp/Bund, infatti, l'interbancario continua a mancare all'appello.

"Il tema fondamentale resta quello della fiducia... la Bce ha fatto tutto il possibile ma credo ci vorrà ancora qualche tempo" giudica un secondo operatore.   Continua...