STOCKS TO WATCH - Giovedì 17 aprile, ore 8,20

giovedì 17 aprile 2014 08:27
 

*******             INDICI 16 APRILE     ******
     FTSE Mib                    21.534,52         +3,44%
 FTSEurofirst 300                 1.322,33         +1,18%
 Euro STOXX 50                    3.139,26         +1,54%
      Dow Jones                  16.424,85         +1,00%
       Nasdaq                    4.086,23          +1,29%
    Le borse europee sono attese da piatte a in lieve calo,
arrestando la corsa registrata nella seduta di ieri. 
    Di seguito, i titoli in evidenza a Piazza Affari nella
seduta del 17 aprile. 
    Contrassegnate con (*) le integrazioni.
    
    (*) MONTE PASCHI - Il Cda di Monte Paschi è stato
convocato per domani, 18 aprile, alle 10,30. Martedì scorso la
banca senese, dopo le indiscrezioni di stampa che parlavano di
un aumento di capitale che potrebbe salire fino a 5 miliardi,
aveva comunicato di star "valutando le implicazioni in relazione
all'ammontare necessario" per poter rimborsare i Monti Bond come
previsto nell'impegno con la Ue, in relazione alla pubblicazione
dei criteri e del manuale dell'asset quality review e dopo i
colloqui "intercorsi con l'Autorità di Vigilanza. 
    Ieri due fonti vicine alla situazione avevano parlato di un
Cda convocato per oggi per discutere una proposta di aumento di
capitale da 5 miliardi. Un portavoce della banca aveva poi
smentito la convocazione del consiglio per oggi. 
   La Fondazione Mps, con la vendita di altri pacchetti di
azioni, è rimasta con il 2,5% della banca, vincolato al patto
con Fintech e Btg Pactual, più un'azione. Lo ha detto una fonte
vicina alla fondazione toscana. 
    
    (*) UNICREDIT - FinecoBank, banca diretta
multicanale del gruppo, ha presentato a Borsa Italiana la
domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni
ordinarie sul Mercato telematico. Presentata anche la richiesta
a Consob di approvazione del Prospetto relativo all'Offerta
Pubblica di Vendita e quotazione delle azioni. 
    
    TELECOM ITALIA - La maggioranza del capitale
presente ieri all'assemblea Telecom Italia ha dato la sua
preferenza alla lista Assogestioni, nell'ambito del voto per il
rinnovo del consiglio. Ad Assogestioni sono andati voti pari al
50,28% del capitale presente, il 45,5% ha votato la lista del
socio di maggioranza Telco. Alla lista di Marco Fossati è andato
il restante 3,5%. Assogestioni ha quindi nominato i suoi tre
consiglieri e Telco i primi tre della lista, in qualità di socio
di minoranza. L'assemblea ha poi integrato il consiglio con gli
altri 7 componenti per arrivare al numero di 13, votati uno a
uno. A questa votazione non hanno partecipato i fondi perché non
avevano la delega. Così alla fine è stato nominato presidente
Giuseppe Recchi. 
   La società ha come obiettivo minimo la stabilizzazione dei
ricavi sul mercato domestico e il recupero sul fronte del rating
sul debito. Lo ha detto l'AD Marco Patuano nel corso
dell'assemblea, aggiungendo che il progetto di cessione delle
torri di trasmissione per Telecom Italia e per Tim Brasil
 "è in fase preliminare". 
   Telecom intende inoltre valorizzare Tim Brasil e punta sulla
banda larga per quanto riguarda la telefonia mobile in Italia,
che continua a soffrire della guerra dei prezzi. 
    Non esclude operazioni di acquisizione o fusione sui mercati
di riferimento, ma al momento non c'è nulla in discussione, ha
detto Patuano. 
    
   INTESA SANPAOLO - Uscirà dal capitale di Nh Italia
per salire in quello della controllante spagnola quotata Nh
Hoteles, attribuendo al proprio investimento un controvalore
poco sotto i 200 milioni. 
    
    POP MILANO - La mancata approvazione della
proposta di revisione della governance non ritarderà
l'esecuzione del programmato aumento di capitale per un importo
massimo di 500 milioni di euro, il cui avvio è previsto nei
primi giorni del mese di maggio, ha comunicato la banca. Inoltre
la consolidata posizione di liquidità consentirà un ulteriore
rimborso dei fondi Ltro per 750 milioni di euro entro la fine
del mese di aprile, con l'obiettivo di un rimborso integrale
entro fine 2014 
    
    (*) SALINI IMPREGILO - Si è aggiudicata un
contratto da 410 milioni di euro per la realizzazione di un
tratto autostradale in Slovacchia. 
    
    BANCO POPOLARE - Termina l'aumento di capitale. 
    
    (*) FIAT - Le immatricolazioni di auto in Europa
(Eu28+Efta) segnano il settimo rialzo consecutivo su anno, ma
ancora su livelli contenuti: si tratta infatti del secondo marzo
più debole dal 2003. A marzo le immatricolazioni si attestano a
1,490 milioni di veicoli, segnando un rialzo del 10,4% annuo. Il
gruppo Fiat registra 84.377 veicoli, in rialzo del 4,2% annuo,
con una quota di mercato al 5,7%, dal 6,1% di marzo 2013.
 
    La società annuncerà un accordo alla fine di aprile che
consentirà la produzione di Jeep in Cina, secondo quanto ha
dteto il numero uno del brand Jeep, Mike Manley. L'annuncio
dovrebbe essere fatto questo fine settimana all'autoshow di
Pechino. 
    
    ATLANTIA - Prevede per l'anno in corso risultati di
traffico contenuti ma positivi. Lo ha detto l'AD Giovanni
Castellucci. 
    Adr deve essere pronta, se serve, ad aprire il suo capitale
all'ingresso di nuovi partner azionisti per velocizzare la sua
crescita globale e non ha bisogno di risorse finanziarie, ha
aggiunto Castellucci. 
    
    SAIPEM - Si è aggiudicata due contratti per oltre
4 miliardi di dollari in Angola da Total. 
    Il Tribunale del Lavoro di Milano ha dichiarato illegittimo
il licenziamento dell'ex direttore operativo di Saipem Pietro
Varone, fra gli indagati dell'inchiesta condotta dalla procura
di Milano su presunte tangenti pagate da Saipem per ottenere
contratti in Algeria, ha condannato la società a corrispondere
all'ex manager, fra indennità e Tfr, quasi un milione e 200.000
euro e ha respinto la richiesta di risarcimento danni avanzata
dall'azienda nei confronti dell'ex dipendente. 
    
    PRYSMIAN - Ha iniziato il 2014 con volumi in
crescita rispetto all'anno precedente, ma prezzi in calo per via
dell'effetto cambi, ha detto l'AD Valerio Battista. 
    
    SNAM - Ha prezzato un'obbligazione da 500 milioni
di euro a cinque anni, raccogliendo ordini oltre sei volte
superiori all'offerta 
    
    (*) CNH INDUSTRIAL - Il presidente Sergio
Marchionne ha detto che il 2014 sarà un anno buono e ha ribadito
che Iveco non è in vendita, secondo quanto riportano i
quotidiani che danno conto dell'assemblea di Cnh tenutasi ieri
ad Amsterdam.
    Secondo quanto emerge dai documenti pubblicati sul sito
della società, a partire dal 31 marzo utilizzerà il dollaro come
valuta nei propri bilanci. 
    
    A2A - Il bando per la ricerca dell'adviser che dovrà
realizzare il collocamento del 5,12% messo in vendita dai comuni
di Milano e Brescia sarà pubblicato sui siti web delle due
amministrazioni nei primi giorni della prossima settimana,
probabilmente martedì 22, ha detto una fonte.
    
    CIR - Attesa una nuova riunione fra le banche
creditrici e l'adviser della controllata Sorgenia, per discutere
del piano di salvataggio. In questi giorni gli adviser delle due
parti si sono incontrati e hanno verificato che il canale per
chiudere l'operazione è ancora aperto, ha riferito una fonte.
 
    Ad oggi non è possibile prevedere la data in cui avranno
termine le trattative per la ristrutturazione del debito di
Sorgenia, pari a circa 1,9 miliardi di euro, si legge in un
comunicato emesso da Cir. 
    
    L'ESPRESSO - Archivia i primi tre mesi del 2014
con un utile pari a 2,1 milioni, in linea ai 2 milioni al 31
marzo 2013, ma vendite in calo del 13,3% a 157,8 milioni
rispetto ai 182,1 milioni dei primi tre mesi dell'anno scorso.
 
    
    TI MEDIA /L'ESPRESSO - Clessidra è
interessata alla società nata dall'integrazione tra Timb (Ti
Media) e Rete A (L'Espresso), che detengono cinque multiplex
digitali. E' quanto dichiarato dal presidente e AD del fondo
Claudio Sposito. 
    
    (*) MITTEL - Il presidente del consiglio di
sorveglianza di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli ha
preferito non fare commenti su Mittel dopo le indiscrezioni di
stampa sull'intenzione di Andrea Bonomi di acquistare il
controllo della società attraverso il fondo Investindustrial,
rilevando la quota di Romain Zaleski. 
    In un conunicato nella tarda serata di ieri,
Investindustrial ha smentito qualsiasi interesse: "In relazione
ad alcune indiscrezioni apparse sui giornali, il gruppo         
                                      Investindustrial, su
richiesta di Consob, comunica che non vi è alcuna trattativa in
corso in relazione a Mittel".
    Secondo Il Messaggero, il dossier Mittel sarebbe stato
portato all'esame di Intek Group, holding di
partecipazioni nel rame, energie rinnovabili e servizi di
private equity che fa capo a Enzo Manes e Ruggero Magnoni. 
    
    RCS - Bazoli si è detto d'accordo con quanto
dichiarato da Piergaetano Marchetti sul fatto che l'attuale
direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli sia stato
un difensore della libertà di stampa. 
    
    ANIMA HOLDING - L'Ipo ha portato nel capitale
grossi fondi esteri anche con quote oltre la soglia rilevante
del 2%, ha sottolineato l'AD Marco Carreri. Circa il 45% dei
sottoscrittori è britannico, il 25% statunitense e circa l'11%
italiano, ha precisato una fonte vicina alla situazione.
 
    
    PIAGGIO - Ha perfezionato una nuova emissione
'senior unsecured' dell'importo di 250 milioni a scadenza sette
anni, prezzata alla pari con un interesse annuo di 4,625%.
 
    
    PUBBLICITA' - Il mercato degli investimenti pubblicitari a
febbraio 2014 chiude con una contrazione del 5,8% rispetto allo
stesso mese del 2013, facendo registrare una riduzione
tendenziale del 4,3% per il primo bimestre, pari a circa 42,7
milioni di euro in meno sul periodo gennaio-febbraio dello
scorso anno. E' quanto emerge dai dati Nielsen. 
    
    (*) PARMALAT - Oggi assemblea per approvare il
nuovo statuto che riduce da 2 a i consiglieri indipendenti.
Secondo il Sole-24 Ore, a marzo scorso Parmalat aveva chiesto al
notaio Carlo Marchetti la revisione dello statuto che risulta
identico a quello presentato dai francesi di Lactalis, solo che
nella bozza del notaio gli indipendenti sono due.
    
    KINEXIA - Presenta il business plan 2014-18. 
    
    COGEME SET - Il bilancio 2013 si chiude con una
perdita di 15,2 milioni dopo ammortamenti e svalutazioni per
17,9 milioni. Lo comunica una nota del gruppo, precisando che
sempre l'esercizio scorso ha fatto registrare ricavi consolidati
pari a 58,4 milioni da 56,8 milioni del 2012 e un margine
operativo lordo di 8,2 milioni da 5,8 milioni dell'anno
precedente. 
    
    SOCIETA' ITALIA
    Cda su conti: BB Biotech (trim1), Cobra (bilancio).
    Assemblea ordinaria: Banca Ifis, Bim, Carraro, Cementir,
Recordati, Space, Tod's.
    Assemblea ordinaria e straordinaria: Cementir, Parmalat,
Yoox.
    
    EUROPA
    Cda su risultati: Diageo, Publicis, Sap.
    
    USA
    Cda su risultati: BB&T, BlackRock, General Electric, Goldman
Sachs, Morgan Stanley, PepsiCo, Philip Morris.
    
    Sono sospesi a tempo indeterminato: AICON, AION
RENEWABLES, ANTICHI PELLETTIERI, COGEME SET
, CRESPI, MONTEFIBRE, POPOLARE
SPOLETO.
    
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia