RPT-Telecom migliorata, ma problemi con buonuscita Bernabè, convertendo -Zingales

mercoledì 16 aprile 2014 18:25
 

(Elimina refuso in titolo)

ROZZANO (Milano), 16 aprile (Reuters) - Telecom Italia è migliorata rispetto a sette anni fa, in termini di governance e di prospettive industriali, anche se la buonuscita dell'ex presidente e AD Franco Bernabè è stata eccessiva e ci sono stati problemi di trasparenza nell'emissione del bond convertendo da 1,3 miliardi.

Lo ha detto Luigi Zingales, consigliere uscente del gruppo.

"Molte persone hanno fatto il loro dovere, nonostante le forti critiche da me e dall'esterno e anche se non pagati particolarmente bene", ha detto Zingales. "Questo anche per causa mia che ho legato gli incentivi alla performance del titolo, che non è andato molto bene".

"Telecom italia è migliorata da molti punti di vista", ha aggiunto. "Quando sono arrivato (nel 2007) il presidente era Guido Rossi che guadagnava 2,1 milioni di euro, poi c'erano Carlo Buora e Riccardo Ruggiero con la stessa retribuzione".

"Oggi Patuano guadagna solo un milione, quasi poco per quello che sta facendo", ha spiegato l'ex-consigliere. "Sono stati fatti importanti passi in avanti; il nuovo (candidato) presidente é stato selezionato con una procedura trasparente. Non é poco in materia di corporate governance".

"Certo la buonuscita di Bernabè grida vendetta, così come la mancanza di trasparenza nell'emissione del bond convertendo è stato un problema", ha detto Zingales.

"Però lascio una Telecom migliore e anche con un futuro industriale migliore. Ritengo che l'accordo con Sky sia il modo migliore per creare domanda di banda larga e quindi la possibilità di remunerare l'offerta".

Zingales è stato indicato dal governo Renzi per il ruolo di consigliere nel cda di Eni.   Continua...