Pensioni, governo studia uscita più flessibile - Poletti

mercoledì 16 aprile 2014 09:35
 

ROMA, 16 aprile (Reuters) - Il governo sta studiando la possibilità di una uscita dal lavoro più flessibile per favorire l'inserimento dei giovani, ha annunciato oggi il ministro del Welfare, Giuliano Poletti.

"Non possiamo tornare al prima della riforma Fornero perché riprodurremo problemi di bilancio dei conti pubblici, dell'Inps e delle future pensioni, ma è necessario costruire quel ponte [tra anziani e giovani] e aprire quel punto di flessibilità. E' un tema che stiamo esaminando", ha detto il ministro a Repubblica.it tv.

"La prossima settimana avvieremo un confronto tra ministero, Inps e commissioni parlamentari sugli esodati e sulla flessibilizzazione per le persone che siano vicine al pensionamento", ha aggiunto Poletti.

Il ministro ha richiamato i progetti allo studio dell'ex ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, sulla staffetta anziani-giovani e sul contributo da parte delle imprese che si dicano disponibili ad "anticipare la buona uscita" del lavoratore vicino alla pensione.

Il progetto va ripreso "in maniera semplice", ha precisato il ministro. "Per esempio, ti manca un anno per la pensione? Ti do un assegno e quando arriva il 31 dicembre vai in pensione e l'assegno che ti ho dato un po' me lo restituisci nei 30 anni di pensione, un po' te lo pago io come Stato".

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia