Borsa Usa in calo, pressioni sul Nasdaq

martedì 15 aprile 2014 19:53
 

NEW YORK, 15 aprile (Reuters) - L'azionario Usa è in calo con i titoli a forte potenziale di crescita che perdono ancora terreno e nonostante i decisi rialzi di azioni del calibro di Coca Cola e Johnson & Johnson, dopo i risultati trimestrali.

Pesante il Nasdaq che scivola di oltre un punto percentuale colpito dalle pressione in vendita sui titoli considerati dagli investitori ad elevata crescita e che hanno raggiunto quotazioni a livello che sembrano essere insostenibili.

Tra i peggiori dell'indice Nasdaq 100 Tesla Motors e NetFlix perdono quasi il 4%.

L'indice Global X Social Media che comprende titoli come Facebook, LinkedIn e Yelp cede il 2%. Perdite consistenti anche nel settore biotech.

Nel Dow, Johnson & Johnson guadagna l'1,5% circa dopo aver registrato utili trimestrali ben al di sopra delle attese di Wall Street, grazie alle vendite di medicinali con obbligo di ricetta che hanno controbilanciato le vendite deboli di prodotti di consumo, e dopo che la società ha rivisto leggermente al rialzo la guidance dell'intero anno.

Coca-Cola guadagna il 3,7% dopo utili trimestrali migliori delle attese e dopo vendite robuste in Cina che hanno contrastato il calo in Europa e i volumi piatti in America del Nord

Sul fronte macro i dati economici continuano a mettere in evidenza una ripresa debole.

Ad aprile l'indice manifatturiero Fed di New York è cresciuto a un ritmo più lento rispetto al mese precedente attestandosi al di sotto delle attese. A marzo l'indice dei prezzi al consumo Usa ha registrato un aumento dello 0,2% anche se le pressioni inflazionistiche continuano a rimanere per lo più benigne.

Intorno alle 19,50 il Dow Jones perde lo 0,21%, il Nasdaq l'1,05% e l'S&P 500 lo 0,23%. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia