Borsa Milano in calo in prime battute, Mps in asta dopo calo 9,6%

martedì 15 aprile 2014 09:28
 

MILANO, 15 aprile (Reuters) - Dopo aver aperto intorno alla parità, Piazza Affari accelera al ribasso e registra un andamento peggiore di quello delle altre borse europee, zavorrata dai bancari e da alcuni titoli pesanti come Enel.

Intorno alle 9,20 l'indice FTSEMIB cede lo 0,72%, l'Allshare lo 0,62%. Il paniere europeo FTSEurofirst 300 segna -0,06%.

Dopo le nomine dei nuovi vertici ENI è in lieve calo (-0,27%), mentre ENEL cede l'1,4%.

FINMECCANICA cede oltre l'1,8%. Un broker dà rilievo a ipotesi avanzate dalla stampa, secondo le quali il nuovo Ceo Mauro Moretti potrebbe ripensare la strategia di cedere i trasporti. Ansaldo Sts cede oltre il 3,5%.

MPS è riuscita a fare prezzo per pochi secondi, prima di finire in asta di volatilità dopo aver segnato un ribasso del 9,61% a 0,2268 euro. Il titolo ha risentito dapprima delle indiscrezioni stampa sullo studio di un incremento dell'aumento di capitale da 3 a 5 miliardi, poi di un comunicato della società dove si spiega che la banca "sta valutandone le implicazioni in relazione all'ammontare necessario per poter realizzare entro l'esercizio il rimborso dei NSF previsto dai commitments presi".

CAMPARI è piatta dopo aver annunciato l'accordo per l'acquisizione di Averna.

  Continua...