BORSE ASIA-PACIFICO- Indici passano in rosso, preoccupa la Cina

martedì 15 aprile 2014 08:54
 

INDICE                        ORE  8,38    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     479,37       -0,30    468,16
 TOKYO                         13.996,81    0,62     16.291,31
 HONG KONG                     22.746,03    -1,27    22.656,92
 SINGAPORE                     3.243,21     0,88     3.167,43
 TAIWAN                        8.916,71     0,67     8.611,51
 SEUL                          1.992,27     -0,24    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.098,82     -1,54    2.115,98
 SYDNEY                        5.388,20     0,55     5.352,21
 MUMBAI                        22.440,32    -0,83    21.170,68
 
    15 aprile (Reuters) I mercati azionari asiatici hanno virato
in negativo oggi, dopo che un dato preoccupante sulla crescita
economica cinese ha oscurato i segnali positivi sulle vendite al
dettaglio negli Stati Uniti.
    L'indice Msci dell'area Asia-Pacifico, che
non comprende Tokyo, perde alle 8,38 italiane lo 0,30%, dopo
aver segnato in precedenza un rialzo grazie ai risultati negli
Stati Uniti e alla chiusura positiva di Wall Street.
    I dati diffusi oggi indicano che la liquidità monetaria in
Cina a marzo è cresciuta al tasso più basso in oltre 10 anni, in
quello che appare come un altro segno di rallentamento
economico. Negli ultimi mesi i mercati globali hanno risentito
dell'ondata di dati deboli dalla Cina, che hanno sollevato
timori sulla situazione della seconda economia mondiale.
    Intanto, la tensione in Ucraina tiene gli investitori in
allerta, con un minor appeal per i titoli più a rischio. La
presidenza ucraina ha minacciato un'azione militare dopo che i
separatisti filorussi, che hanno occupato alcuni edifici
governativi nell'est del Paese, hanno ignorato l'ultimatum a
sgomberare, e un altro gruppo ribelle ha assaltato un
commissariato.
    La borsa di SHANGHAI perde oltre l'1,5%, peggiore piazza
della regione. Male anche HONG KONG, che perde oltre l'1,2%.
L'indice CSI300, che raccoglie i migliori titoli di
Shanghai e Shenzen, ha lasciato sul terreno oltre l'1,6%. A
spingere verso il basso i mercati cinesi sono soprattutto i
titoli bancari, come Hua Xia Bank, che perde oltre
il 2,2%, Industrial Bank, sotto di oltre il 2,6%, e
China Citic Bank, in perdita di oltre il 3%.
    Prada perde lo 0,48%.
    Ha chiuso invece in positivo (+0,62%) il Nikkei di TOKYO,
dopo una serie di sedute negative.
    Anche TAIWAN ha terminato in positivo la seduta, a +0,67%,
grazie in particolare alle notizie sul nuovo iPhone che hanno
aiutato i fornitori locali di Apple.
    SEUL ha perduto lo 0,24% a causa delle prese di profitto,
dopo aver raggiunto i massimi da tre mesi a questa parte.
    SYDNEY ha beneficiato della chisura positiva di Wall Street,
finendo la sessione odierna a +0,55%.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top
news anche su www.twitter.com/reuters_italia