Eni e Saipem sugli scudi in Borsa, mercato apprezza ipotesi Descalzi AD

lunedì 14 aprile 2014 10:23
 

MILANO, 14 aprile (Reuters) - Eni sugli scudi a Piazza Affari in un mercato che si muove in territorio negativo. Gli investitori istituzionali, in particolare i fondi, apprezzano l'ipotesi che Claudio Descalzi, attuale direttore generale E&P, vada alla guida della major al posto di Paolo Scaroni che lascerebbe l'incarico dopo nove anni. In scia positiva anche Saipem.

Intorno alle 10,10 Eni guadagna lo 0,66% a 18,26 euro, mentre Saipem balza del 2,03% a 18,10 euro. Lo stoxx settoriale europeo oil&gas cede lo 0,12%.

Oggi, a mercati chiusi, il Tesoro renderà noti i nomi dei nuovi vertici delle aziende controllate dalle Stato. "Se Descalzi fosse il nuovo Ad il mercato lo vedrebbe bene perché si tratta di una nomina che segue una logica industriale e non politica", osserva un analista di una banca d'affari italiana. Che aggiunge: "Descalzi vuol dire rifocalizzazione sul core business di Eni, l'esplorazione produzione di idrocarburi, aprendo alla cessione di alcuni asset minori".

I fondi stranieri, in particolare a Londra, sono favorevoli a questa ipotesi, dicono dalle sale operative.

Anche secondo un altro, "Descalzi sarebbe la continuità della politica di Scaroni e questo vuol dire anche un'accelerazione sulla cessione di alcuni asset, come Saipem".

La società di ingegneristica e costruzioni, controllata al 43% da Eni, è sugli scudi sia sull'ipotesi Descalzi sia sulle indiscrezioni di nuovi contratti in arrivo, segnalano gli operatori.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...