Forex, euro poco variato su dollaro, vicino massimi da metà marzo

venerdì 11 aprile 2014 11:06
 

LONDRA, 11 aprile (Reuters) - L'euro è poco variato nei
confronti del dollaro e si tiene sui massimi dalla metà di
marzo, mostrandosi resistente alle recenti dichiarazioni del
presidente Bce Mario Draghi.
    Il numero uno dell'Eurotower la settimana scorsa ha infatti
sottolineato come la Bce monitori le oscillazioni della valuta
unica, valutandone le implicazioni sulle prospettive di
inflazione nel medio termine alludendo, dunque, a possibili
interventi espansivi per contenere le quotazioni della valuta
unica.
    Poco prima delle 11 l'euro passa di mano a 1,3883 dollari,
in linea alla chiusura di ieri, dopo essere salito fino a
1,3905, sui massimi dalla metà di marzo, quando ha segnato il
picco dell'anno a 1,3967 dollari.
    "Il fatto che l'euro sia salito senza incontrare troppe
resistenze evidenzia come al momento sia la debolezza del
dollaro a guidare l'attuale trend", commenta Masashi Murata,
strategist valutario di Brown Brothers Harriman. 
    "In circostanze normali, il mercato non ignorerebbe i
segnali della Bce sull'eccesiva forza della valuta unica". Ad
appesantire il dollaro, il messaggio espansivo contenuto nei
verbali dell'ultimo comitato di politica monetaria della Fed,
che ha indotto gli investitori a ricalibrare i tempi di rialzo
dei tassi da parte dell'istituto centrale americano.
    
    
                             ORE 10,50               CHIUSURA
 EURO/DOLLARO         1,3886/88                 1,3887  
 DOLLARO/YEN          101,74/77                 101,50  
 EURO/YEN          141,26/30                 141,00 
 EURO/STERLINA     0,8279/84                 0,8272   
 ORO SPOT         1.315,70/5,95          1.318,42/9,42  
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia