Telecom, in Brasile in 2014 si lavorerà a miglioramento rete-AD a stampa

venerdì 11 aprile 2014 09:18
 

MILANO, 11 aprile (Reuters) - Marco Patuano, AD di Telecom Italia, dice che la fusione tra incumbent nel settore in Europa è possibile nel medio periodo e che sul Brasile, per tutto il 2014, si lavorerà a "temi del passato" come il miglioramento della rete.

L'AD, in un'intervista al Sole24Ore, aggiunge che l'eventuale scioglimento a giugno di Telco, holding di controllo del gruppo, non è un elemento di preoccupazione.

Telco è partecipata, in termini di diritti di voto, da Telefonica con il 46,18%, da Intesa Sanpaolo e Mediobanca con l'11,62% ciascuna e da Generali con il 30,58%.

"In Brasile abbiamo ancora bisogno di lavorare sui temi del passato, perchè il grande successo commerciale che abbiamo avuto ha messo a prova la tenuta della rete", ha detto Patuano. "Quanto tempo? Tutto il 2014: sarà un anno intenso".

Il gruppo controlla Tim Brasil.

Patuano dice che sull'ipotesi di integrazione con Gvt, controllata di Vivendi, "non abbiamo avviato neanche una minima discussione".

"Telefonica è sicuramente un player con presenza internazionale che persegue una strategia paneuropea", dice l'AD, rispondendo a una domanda sul consolidamento in Europa. "Lo stesso può dirsi di Deutsche Telekom. Ma non è questa la strategia di Telecom Italia. Certamente il consolidamento tra incumbent potrebbe essere uno scenario di medio termine".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia