Fmi chiede maggior impegno politici in 'maratona' crescita globale

giovedì 10 aprile 2014 16:38
 

WASHINGTON, 10 aprile (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale sollecita i vertici politici a un'accelerazione nella politica di aggiustamento dei conti pubblici e delle finanze in modo da progredire nella "maratona" verso la crescita, la cui unica alternativa è un prolungato periodo di rallentamento globale.

In un documanto di 14 pagine titolato 'Global Policy Agenda' rivolto alle autorità politiche il Fondo stila un lungo elenco di obiettivi che restano incompiuti, dal contenimento del fenomeno 'shadow banking' in Cina all'accelerazione delle riforme finanziarie. L'organizzazione con il quartier generale a Washington si dice inoltre 'profondamente delusa' che gli Stati Uniti abbiano nuovamente bocciato una serie di riforme dalla portata storica per lo statuto Fmi, che avrebbero concesso maggior potere ai paesi emergenti.

"La sfida principale resta quella di trasformare una ripresa economica modesta e fragile in una crescita più rapida, equilibrata e sostenibile", scrive il Fondo alla vigilia della riunione semestrale insieme alla Banca mondiale.

"Si tratta di una maratona, non di una garà di velocità" aggiunge.

Muovendo dalle considerazioni finali della riunione scorsa di ottobre il Fondo parla di rischi analoghi, tra cui la possibilità di un picco nella volatilità dei mercati e dei cambi legato al 'tapering' di Federal Reserve e al progressivo venir meno delle misure di stimolo all'economia, qualora questo dovesse avvenire troppo rapidamente o con una carenza a livello di comunicazione.

"Uno scenario simile sarebbe particolarmente pericoloso nel caso i rischi alla stabilità finanziaria derivassero da una politica economica eccessivamente accomodante o un eccessivo ricorso alla leva finanziaria senza adeguata supervisione", dice il Fondo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia