Borsa Milano rimbalza con Europa, banche miste, Snai +3%

mercoledì 9 aprile 2014 12:28
 

MILANO, 9 aprile (Reuters) - Nell'incertezza generale sulla strada da prendere, Piazza Affari tenta un rimbalzo dopo il -1,5% di ieri dovuto a un raffreddamento generale dell'euforia per il QE prospettato dalla Bce nell'ultima riunione mensile.

Intorno alle 12,10 l'indice FTSE Mib sale dello 0,56%, mentre l'Allshare perde lo 0,57%. In linea Londra, Francoforte e Parigi. Volumi per un controvalore di 1,3 miliardi.

Contrastate le banche: UNICREDIT e POPOLARE MILANO pagano la bocciatura a 'neutral' di Goldman Sachs. Incerta MONTE PASCHI, brillano UBI BANCA e INTESA, quest'ultima grazie alla doppia 'promozione' di Moody's e Goldman.

Debole CARIGE dopo che ieri Moody's ha parlato di "rischio elevato" in merito alla possibilità di non superare gli esercizi Bce. Le risparmio, in auge per qualche seduta di recente, oggi cedono il 3,6%.

Acquisti in ordine sparso sui titoli più penalizzati di recente come YOOX o WORLD DUTY FREE, mentre TELECOM ITALIA sovraperforma, ma con pochi volumi, lo stoxx del settore.

SNAI festeggia con un +3% l'annuncio del piano 2014-16 che vede per l'anno in corso un ebitda intorno ai 102-107 milioni con proiezione al 2016 intorno ai 115-120 milioni con un risultato ante imposte positivo.

FRENDY ENERGY balza del 7,45%: oggi la società ha annunciato la firma di un accordo di esclusiva per trattare sette progetti idroelettrici in avanzata fase di sviluppo di cui quattro già cantierabili.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...