Prelios, perdita 2013 a 332,8 mln, vede fabbisogno cassa da trim3

mercoledì 9 aprile 2014 19:13
 

MILANO, 9 aprile (Reuters) - Prelios ha archiviato il 2013 con una perdita netta di oltre 300 milioni e ricavi dalla piattaforma di gestione in calo e prevede che a partire dal terzo trimestre 2014 possa aver un "contenuto e marginale" fabbisogno di cassa.

E' quanto si legge in una nota della società, dove inoltre si annuncia la conversione del prestito obbligazionario convertendo e il raggiungimento di un accordo per un momerandum of understanding con Fortress.

Nel dettaglio il gruppo ha registrato nel 2013 una perdita netta di 332,8 milioni dal rosso di 241,7 milioni di un anno prima. La perdita, spiega la nota, è stata determinata "in gran parte da poste che esulano dalla gestione ordinaria e in particolare dall'operazione complessiva Dgag, che ha inciso per -142,6 milioni", aggiungendo che al netto di tale operazione il rosso sarebbe limitato a 190,2 milioni.

La società inoltre prevede un certo fabbisogno di cassa a partire dal terzo trimestre.

"Gli amministratori confidano - sulla base dei rapporti intercorsi - nella disponibilità da parte dei principali finanziatori a far fronte al fabbisogno finanziario della società mediante operazioni che supportino l'attuale struttura finanziaria, in modo da consentire al gruppo Prelios di operare in una situazione di continuità aziendale con nuove prospettive di crescita e sviluppo", spiega il comunicato.

La società ha inoltre annunciato che si sono verificati i presupposti per la conversione automatica del prestito obbligazionario convertendo e la conseguente esecuzione dell'aumento di capitale sociale a servizio esclusivo della conversione.

Prelios ha inoltre annunciato il raggiungimento di un accordo con Fortress per un memorandum of understanding per la possibile integrazione nei settori della gestione di patrimoni immobiliari e non performing loans e per ulteriori sinergie di business.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...