Banche generalmente deboli, bene Intesa, dubbi broker su aliquota Bankitalia

mercoledì 9 aprile 2014 10:05
 

MILANO, 9 aprile (Reuters) - Le banche italiane si muovono prevalentemente al ribasso nella seduta odierna anche se non mancano eccezioni al rialzo come Intesa Sanpaolo che in meno di 24 ore ha portato a casa il miglioramento dell'outlook di Moody's e un 'buy' di Goldman Sachs.

Proprio Goldman sembra essere il driver principale dei movimenti odierni con UniCredit e Popolare Milano che cedono, poco prima delle 10, rispettivamente lo 0,7% e lo 0,4%, ma hanno superato anche un ribasso dell'1%. Entrambe sono state bocciate a 'neutral'.

Lo stoxx dei bancari italiani sale nel complesso dello 0,16%, quello europeo dello 0,39%. Scambi nella norma del periodo.

Intesa Sanpaolo sale dell'1,20%, Banco Popolare cede invece l'1,14% e Monte Paschi lo 0,30%. Popolare Emilia balza dell'1,05%. Discorso a parte per Carige che cede quasi 2%, ma è arrivata a perdere anche il 4%, dopo che Moody's ha tagliato il rating 'Caa1' segnalando un rischio elevato per il superamento degli esercizi Bce.

In questo si incastona l'annuncio di ieri del premier Matteo Renzi che durante la presentazione del Def ha affermato che le coperture per il taglio dell'Irpef arriveranno anche da un aumento dell'aliquota sulla rivalutazione delle quote in Bankitalia. L'ipotesi, riferita da una fonte governativa, è che si arrivi al 24-26% dal 12% attuale.

"Ne potrebbe risentire la percezione presso gli investitori istituzionali dei rischi regolatori sul settore finanziario domestico", si legge nel daily report di Icbpi.

Secondo Equita "dal punto di vista quantitativo l'aumento dell'aliquota non cambia sostanzialmente gli effetti dell'operazione". Il broker calcola l'impatto sul beneficio patrimoniale delle singola banche e stima che per Intesa Sanpaolo scenda a 77 punti base da 86, per UniCredit a 32 da 35, per Monte dei Paschi a 9 da 10 e per Carige a 99 da 110.

"Dal punto di vista qualitativo invece il cambiamento in corso di un'operazione già definita non è un segnale rassicurante per le banche da parte del Governo che sembrava aver invece avviato a una stagione meno conflittuale con il settore", conclude Equita.

  Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Banche generalmente deboli, bene Intesa, dubbi broker su aliquota Bankitalia | Notizie | Società Estere | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,464.66
    -0.08%
  • FTSE Italia All-Share Index
    21,263.90
    -0.04%
  • Euronext 100
    933.00
    -0.24%