Rcs, chiusura redazione contenuti digitale, sconcerto Cdr Periodici

martedì 8 aprile 2014 16:43
 

MILANO, 8 aprile (Reuters) - Il Comitato di redazione dei Periodici di Rcs Mediagroup ha appreso con sconcerto e preoccupazione dell'intenzione dell'azienda di voler procedere alla chiusura della Redazione contenuti digitali, con l'ipotesi di cassa integrazione a zero ore per 15 giornalisti.

Rcd è la struttura giornalistica che da anni fornisce alle edizioni online quotidiane e periodiche di Rcs una parte considerevole delle loro produzioni video, ricorda la nota del Cdr.

"Ad aggravare lo sconcerto", si legge, "le notizie di stampa secondo cui Rcs avrebbe già inviato a potenziali fornitori come l'Ansa e Lapresse un bando per la fornitura di servizi video le cui specifiche di fatto corrispondono al lavoro attualmente svolto dalla redazione di Rcd".

I giornalisti dei Periodici di Rcs, nell'esprimere solidarietà alle colleghe e ai colleghi di Rcd, sono pronti a sostenere, nell'ambito di "un'auspicabile" azione unitaria da parte di tutti i lavoratori del gruppo, "ogni iniziativa utile alla ricerca di soluzioni socialmente più equilibrate, che segnino il superamento definitivo della stagione dei tagli privi di prospettiva".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia