Rcs,voci uscita de Bortoli, assemblea Corsera,nessun Cda convocato-fonti

martedì 8 aprile 2014 15:10
 

MILANO, 8 aprile (Reuters) - Si infittiscono le voci di un'imminente uscita del direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli alla luce, secondo le ricostruzioni, di una crescente tensione nei rapporti tra il giornalista da una parte e l'AD di Rcs Pietro Scott Jovane dall'altra.

La redazione del Corriere è in stato di allerta da qualche giorno. "C'è stata un'accelerazione, si pensa possa essere questione di ore", dice una fonte che viene da quel mondo. "A breve è prevista un'assemblea sui rapporti direzione-azienda", aggiunge.

Una seconda fonte spiega che l'assemblea di redazione era già prevista per altri temi, ma che "visto quanto emerso di recente è stato cambiato l'ordine del giorno". L'uscita di de Bortoli "è data per certa, se non oggi nei prossimi giorni", aggiunge.

La nomina del direttore è competenza del Cda di Rcs che al momento non risulta convocato. "Non mi risulta alcuna accelerazione in questa direzione", dice una fonte vicina a uno degli azionisti.

Un'altra però sottolinea: "Che l'uscita di de Bortoli fosse nei piani di alcuni azionisti non è un mistero. Sono da vedere tempi e modi".

Secondo quanto riferisce una fonte vicina al direttore, de Bortoli avrebbe comunque escluso di dimettersi. "Che mi caccino", avrebbe confidato agli amici.

In pubblico Jovane ha dichiarato anche di recente la sua stima nei confronti del direttore del Corriere, che ha però aspramente criticato il management in più occasioni, in particolare quando è stata venduta la sede storica del Corriere e quando il Cda ha valutato - salvo poi ritirarlo - un pacchetto di incentivi alla prima fila di manager nonostante i sacrifici chiesti al personale del gruppo e i conti ancora in rosso.

"Jovane e de Bortoli non si parlano più", dice una delle fonti. Un'altra parla di un recente e aspro scontro verbale tra i due che avrebbe dato il la alle ipotesi di cambio alla direzione.

Ieri indiscrezioni stampa, confermate da una delle fonti interpellate, puntavano sul tandem Mario Calabresi (La Stampa) e Giulio Anselmi (Ansa) come possibili sostituti dell'attuale direttore.   Continua...