Electrolux, incontro al Mise, azienda conferma piano - fonte

lunedì 7 aprile 2014 18:30
 

ROMA, 7 aprile (Reuters) - Electrolux conferma a sindacati, governo e Regioni il piano da circa 1.200 esuberi senza tagli salariali presentato a metà febbraio, mentre è in corso al ministero dello Sviluppo economico la prima riunione sulla vertenza dall'insediamento del nuovo governo.

Lo riferisce una fonte sindacale presente al tavolo mentre davanti alla sede del ministero qualche centinaio di lavoratori dei quattro stabilimenti Electrolux in Italia sta protestando contro il piano della multinazionale degli elettrodomestici.

"Per il momento Electrolux conferma il piano già presentato al sindacato senza chiusure, ma con moltissimi esuberi: ben 1.200 in Italia, di cui 430 a Porcia, 270 a Susegana, 180 a Solaro, 160 a Forlì e 150 negli staff", riferisce la fonte.

Electrolux, sempre secondo la fonte, ha apprezzato l'intervento del governo che ha deciso di rifinanziare gli sgravi per le aziende che applichino contratti di solidrietà stanziando 15 milioni annui "ma non modifica il piano".

La riunione di oggi dovrebbe essere interlocutoria e fissare il calendario per i prossimi incontri.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia