Borsa Milano chiude negativa, miste le banche, in spolvero Telecom, bene Cir

lunedì 7 aprile 2014 17:55
 

MILANO, April 7 (Reuters) - Piazza Affari chiude in calo una seduta di generale consolidamento. I trader non sono preoccupati per questa battuta d'arresto del rally, alla luce anche delle aperture della Bce a un programma di quantitative easing per combattare i rischi della bassa inflazione.

"E' stata una seduta di generale consolidamento, pesa anche l'andamento negativo di Wall Street", spiega un trader.

L'indice FTSEMib cede lo 0,84%, l'Allshare lo 0,77%, mentre l'indice europeo FTSEurofirst 300 perde l'1,23%. Sulla piazza milanese volumi per oltre 3 miliardi di euro.

Positiva in controtendenzae ITALCEMENTI (+1,35%), sulla scia della notizia della fusione tra Lafarge e Holcim.

Ben raccolta anche TELECOM ITALIA (+1,71%) che torna sotto i riflettori del mercato. Un trader cita l'andamento positivo del settore dopo che Vivendi ha accettato l'offerta di Numericable per Sfr per 13,5 miliardi di euro cash più il 20% della nuova entità.

Strappa TIMEDIA (+12,74%) sulle attese, secondo una fonte per mercoledì 9, dell'accordo sull'integrazione del multiplex di Telecom Italia Media e dell'Espresso. "Il titolo sale per quello", dice un broker. ESPRESSO cede circa l'1%.

Bancari in ordine sparso. BPM sale dell'1,47%, piatto il BANCO POPOLARE. Perdite oltre il 2% per MPS , mentre MEDIOBANCA E UNICREDIT cedono un po' meno del 2%. INTESA SP limita il ribasso a -1,3%.

Giù PIRELLI (-2,04%), colpita dalle prese di profitto dopo il balzo di venerdi.

PIAGGIO cede il 5,2% dopo aver comunicato i risultati preliminari del primo trimestre. Un trader sottolinea che sono numeri deludenti dopo il recente entusiasmo per i risultati 2013, sottolineando l'importanza di mercati come India e Asia per la società.   Continua...