21 marzo 2014 / 10:45 / 3 anni fa

UnipolSai vola in borsa dopo conti e cedola, forti anche le risp

MILANO, 21 marzo (Reuters) - I titoli della galassia Unipol sono in gran rialzo a Piazza Affari all'indomani dei conti 2013 della nuova struttura societaria dopo il completamento della fusione UnipolSai.

Il mercato premia i risultati e soprattutto l'annuncio sui dividendi per la compagnia nata dall'integrazione in un'unica società di Unipol Assicurazioni, Fonsai, Milano Assicurazioni e Premafin, nonchè le prospettive positive indicate dal management che ha confermato il raggiungimento dei target di piano al 2015.

Il focus è anche su un possibile rivisitazione della struttura del capitale con l'obiettivo di una semplificazione e di un aumento del flottante.

Alle 11,20 circa UnipolSai, di gran lunga il miglior titolo del FTSE Mib balza del 6,5% a 2,65 euro, mentre la controllante Unipol sale del 2,87% a 5,37 euro.

In gran spolvero anche le altre categorie di titoli: le UnipolSai risparmio A guadagnano il 4,86% a 252,2 euro e le risp B dell'8,2% a 2,61 euro. Le Unipol privilegiate avanzano dello 0,4% a 4,75 euro.

I volumi sono sostenuti, in particolare modo su UnipolSai che vede scambi per quasi 27 milioni di pezzi, tre volte la media mensile di una intera seduta.

"Dei risultati, quello che a mio parere colpisce di più è la cedola sulle azioni ordinarie e risparmio B di UnipolSai. Nessuno se si aspettava dividendi così alti soprattutto in un anno così difficile", dice un analista ricordando che il dividendo proposto di 0,19559 sulle ordinarie che ieri che ieri hanno chiuso a 2,49 euro equivale ad un dividend yield dell'8% circa.

"Ma il fatto principale è che questo dividendo è sostenibile. Se aggiungiamo che, secondo il management il combined ratio del 2014 non può altro che migliorare e che il target sull'utile al 2015 è ampiamente raggiungibile ci sono ragioni più che sufficienti per fare volare il titolo. Anche perché con questi valori prospettici il titolo tratta a sconto rispetto al settore", aggiunge.

Sulle azioni di risparmio di categoria B la società staccherà una cedola di 0,22497 euro con un dividend yied di oltre il 9%.

Ieri UnipolSai ha annunciato per il 2013 un utile lordo a perimetro post fusione di 1,17 miliardi e netto di 694 milioni di euro, risultati, ha spiegato l'AD Carlo Cimbri nella conference call di ieri, doppi rispetto a quanto previsto dal piano.

Per il 2015 ha confermato il raggiungimento di un utile netto di 814 milioni.

"I conti nel complesso sono superiori a quelle che erano le precedenti attese di piano, che, al momento, non verrà però rivisto", dice Icbpi in una nota.

In un'intervista al Sole 24 Ore oggi Cimbri ha parlato di puntare ad un flottante più ampio che si può ottenere con la conversione delle azioni ordinarie in risparmio.

"Se ci saranno le condizioni, nei prossimi mesi lavoreremo per semplificare la categoria di azioni", ha detto l'AD secondo cui rivedere la struttura del capitale può valere fino a 1 miliardo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below