Btp in calo, cautela per crisi Ucraina, ma spread cala a 178 pb

giovedì 20 marzo 2014 13:35
 

MILANO, 19 marzo (Reuters) - Mercato obbligazionario
italiano in calo in un contesto di maggiore volatilità che gli
operatori imputano anche all'incertezza legata alla crisi
ucraina.
    "Tutto il mercato è in calo, con una tendenza
all'appiattimento della curva, ma niente di straordinario"
afferma un trader da Milano. "Non è una tendenza che riguarda
solo l'Italia, infatti gli spread sono più o meno invariati".
    A fine mattinata, su piattaforma Tradeweb, il differenziale
di rendimento tra Btp e Bund decennali viaggia in area 178 punti
base, in calo dai 180 della chiusura di ieri.
    "C'è sicuramente la tendenza a stare più cauti, per via
della situazione in Ucraina e Crimea, magari con qualche vendita
alla fine di una seduta positiva come abbiamo visto nei giorni
scorsi, quindi con una volatilità in aumento" prosegue il
trader. "Siamo sul 3,44% di decennale, credo di possa risalire
fino al 3,50%, poi da lì torneranno gli acquisti, il tono di
fondo del mercato soprattutto in Europa resta buono.
    A pesare sul mercato questa mattina anche il fattore
offerta, con le aste spagnole e francesi.
    Madrid ha collocato 5 miliardi di carta sulle scadenze 2017,
2019 e 2028 mentre Parigi poco meno di 8 miliardi
sulle scadenze 106, 2017 e 2019.
    
    VENDITE SU BTP ITALIA
    Sotto pressione questa mattina anche il segmento dei Btp
Italia sulle attese di annuncio della nuova emissione del titolo
di stato per l'investitore retail, che potrebbe arrivare già
domani.
    Secondo quanto riferiscono fonti finanziarie, il
collocamento del nuovo Btp Italia (che dovrebbe avere scadenza
aprile 2017) potrebbe essere suddiviso in due tranche, una
illimitata per gli investitori retail, e una per gli
istituzionali con la probabile definizione di un tetto massimo:
l'obiettivo è quello di evitare che l'importo finale
dell'emissione raggiunga livelli, come in passato, giudicati
eccessivi dal Tesoro.
    "Rispetto alle ultime edizioni, ho l'impressione che questa
volta la domanda sarà inferiore" afferma il trader. "Oggi
prevalgono le vendite sui Btp Italia, da parte di chi vuole fare
spazio al nuovo titolo, ma ho l'impressione che nei prossimi
giorni quando verranno ufficializzati i dettagli, forse non così
favorevoli per gli istituzionali, torneranno acquisti sui vecchi
Btp Italia".
    A fine mattinata, su piattaforma Tradeweb, l'ultimo Btp
Italia, il novembre 2017, tratta in calo di 33
centesimi a 102,35.
                         
=========================== 13,20 =============================
FUTURES BUND GIUGNO         142,23   (-0,73) 
FUTURES BTP GIUGNO          120,33   (-0,47) 
BTP 2 ANNI (MAR 16)     102,639  (-0,088)  1,002%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   109,099  (-0,450)  3,441%
BTP 30 ANNI (SET 44)   106,445  (-0,624)  4,413% 
========================= SPREAD (PB) ========================= 
                                                ULTIMA CHIUSURA 
TREASURY/BUND 10 ANNI  113           110 
BTP/BUND 2 ANNI           81            80        
 
BTP/BUND 10 ANNI       178           180  
  livelli minimo/massimo            177,4-179,6  177,0-180,3   
BTP/BUND 30 ANNI       191           191
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   243,9         242,3  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   97,2          98,9
=============================================================== 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia