Pubblicità, a gennaio investimenti in calo del 2,8% - Nielsen

giovedì 20 marzo 2014 12:03
 

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Il mercato degli investimenti pubblicitari a gennaio è sceso del 2,8%, circa 12,6 milioni di euro, rispetto allo stesso periodo del 2013.

E' quanto emerge dai dati Nielsen. A dicembre il calo era stato del 4%.

"Il primo mese dell'anno non si è aperto sotto i migliori auspici. Ma i segnali positivi non mancano, dal momento che storicamente gennaio non è indicativo della tendenza: continua, infatti, il trend di riduzione dello scarto e il conseguente avvicinamento a quota zero, cominciato a ottobre 2013", spiega in una nota Alberto Dal Sasso, Advertising Information Services Business Director di Nielsen, che il mese scorso aveva previsto per gennaio un mese "positivo".

Tra i vari media, la tv ha visto a gennaio una crescita dell'1,6% e la radio un +5%, mentre resta a doppia cifra negativa la stampa, con una raccolta per i quotidiani ferma a -15,1% e per i periodici a -11,8%, che però recuperano dal -21% di dicembre.

Internet ha visto un calo del 4,1%, tenendo conto però che lo stesso mese dello scorso anno aveva fatto registrare +10%, la miglior performance di crescita del 2013, spiega Nielsen.

Riguardo ai settori merceologici, automotive e alimentari - i primi due comparti del mercato - sono calati rispettivamente dell'8,1% e dell'8,3%.

Guardando a febbraio, secondo Dal Sasso "emerge un incremento del 4% degli spazi acquistati sui mezzi principali".

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia