PUNTO 1-Bpm, non risulta rinvio allargamento cdg, fiducia in aumento-AD

mercoledì 19 marzo 2014 12:16
 

(Aggiunge contesto e altre dichiarazioni Castagna)

MILANO, 19 marzo (Reuters) - All'AD di Popolare Milano Giuseppe Castagna non risulta che ci sia una decisione di rinviare al 2017 l'allargamento del consiglio di gestione della banca.

"Veramente non mi risulta", ha detto Castagna a margine dell'esecutivo Abi aggiungendo che, dal road-show sull'aumento di capitale, sta riscontrando "molto interesse".

Secondo quanto riportato oggi da alcuni quotidiani, così come per il Cds che scade nel 2016, anche per le modifiche del Cdg - entrambi al centro della riforma della goverance della popolare milanese - bisognerà aspettare la fine del mandato previsto a inizio del 2017.

In uno scenario di questo tipo, secondo la stampa, perde quota l'ipotesi di un ingresso a breve nel Cdg, che sarà allargato da 5 a 7 membri, di Raffaele Mincione, primo socio della banca con poco oltre il 7% del capitale tramite Athena Capital e che attualmente non ha rappresentanti nel board.

Lo stesso Castagna nei giorni scorsi non aveva escluso un ampliamento anticipato del Cdg.

A proposito del primo azionista della popolare l'AD, a margine dell'esecutivo Abi ha detto che "Mincione ci ha fatto dei complimenti, è molto contento", sui risultati conseguiti dall'istituto e sul piano industriale elaborato dal nuovo managamenr.

Per il finanziere italo-britannico "la banca ha fatto molto bene", secondo quanto riferito da Castagna.

Sulla possibilità che ci sia dell'inoptato per l'aumento di capitale fino a 500 milioni che dovrebbe partire a cavallo tra aprile e maggio, Castagna si è limitato a dire: "Non si può escludere nulla a priori, ma sono fiducioso".   Continua...