Borsa Milano chiude su max seduta, bene A2A, Finmeccanica,giù Pirelli

lunedì 17 marzo 2014 17:49
 

MILANO, 17 marzo (Reuters) - La borsa di Milano chiude sui massimi di seduta, maglia rosa nello scenario europeo.

"Grande rimbalzo con il mercato che non mostra di essere preoccupato per la crisi ucraina e non teme un'escalation o sanzioni alla Russia dopo il referendum per l'annessione della Crimea", osserva un trader.

I possibili sviluppi sono stati in buona parte scontati la scorsa settimana e oggi il mercato sta recuperando.

L'indice FTSE Mib sale del 2,52%, l'Allshare del 2,31%. Volumi pari a oltre 3 miliardi di euro nel finale. Il benchmark europeo, l'indice Ftseurofirst300, si ferma a un +1,04%.

Forti acquisti sul comparto bancario. In rialzo i più speculativi come MPS (+3,41%), e POP MILANO (+2,76%). Il big come UNICREDIT balza del 5,52% dopo le notizie di stampa sulla possibile cessione o quotazione in borsa della società di gestione dei fondi Pioneer.

INTESA SANPAOLO chiude con una crescita sotto l'1%.

Fra i pochi in rosso, PIRELLI che scende del 2,24% dopo l'accordo di massima per l'ingresso nel capitale di Rosneft , che ha probabilmente deluso qualche investitore. Il titolo era salito in modo deciso e senza motivazioni evidenti venerdì scorso. Secondo la nota della società, l'operazione valuta Pirelli 12 euro, il titolo ha chiuso a 11,77. Per un trader, il titolo è a premio rispetto ai concorrenti e, dopo l'operazione di oggi, ha perso appeal speculativo almeno per i prossimi mesi.

TELECOM ITALIA sale del 3,91% dopo i recenti ribassi, in un mercato che ragiona sulla maggiore contendibilità del gruppo, dopo un eventuale scioglimento di Telco, holding che detiene la partecipazione di maggioranza relativa.

Continua il rialzo di ENEL (+3,7%), dopo i conti e il piano annunciati la scorsa settimana.   Continua...