Borsa Milano in rialzo, bene Telecom, Enel, cala Pirelli

lunedì 17 marzo 2014 12:35
 

MILANO, 17 marzo (Reuters) - La borsa di Milano è positiva con il resto d'Europa, in un mercato che non teme un'escalation o sanzioni alla Russia dopo il referendum per l'annessione della Crimea.

I possibili sviluppi sono stati in buona parte scontati la scorsa settimana e oggi il mercato recupera, anche se resta una certa cautela.

Alle 12,25 l'indice FTSE Mib sale dell'1,09%, l'Allshare dell'1,05%. Londra, Parigi e Francoforte salgono dello 0,7% circa.

Acquisti sul comparto bancario con lo stoxx europeo che sale dello 0,6%.

In rialzo, ma sotto i massimi i titoli più speculativi e volatili, come MPS, e POP MILANO. Il big come UNICREDIT conserva il rialzo del 2%, dopo le notizie di stampa sulla possibile cessione o quotazione in borsa della società di gestione dei fondi Pioneer.

INTESA SANPAOLO è poco mossa.

In ribasso del 3% PIRELLI dopo l'accordo di massima per l'ingresso nel capitale di Rosneft, che ha probabilmente deluso qualche investitore. Il titolo era salito in modo deciso e senza motivazioni evidenti venerdì scorso. Secondo la nota della società, l'operazione valuta Pirelli 12 euro, il titolo vale in questi minuti 11,7. Per un trader, il titolo è a premio rispetto ai concorrenti e, dopo l'operazione di oggi, ha perso appeal speculativo almeno per i prossimi mesi.

TELECOM ITALIA sale dopo i recenti ribassi, in un mercato che ragiona sulla maggiore contendibilità del gruppo, dopo un eventuale scioglimento di Telco, holding che detiene la partecipazione di maggioranza relativa.   Continua...