RPT-Pirelli, intesa di massima per ingresso Rosneft in capitale

lunedì 17 marzo 2014 08:14
 

(Collega a snap)

MILANO, 17 marzo (Reuters) - Unicredit, Intesa Sanpaolo, Clessidra e Nuove Partecipazioni hanno raggiunto un accordo di massima con Rosneft per il suo ingresso nel capitale del gruppo Pirelli, che lo valorizza 12 euro per azione.

Secondo una nota Intesa Sanpaolo, l'operazione prevede, da un lato, l'uscita da parte di Unicredit, Intesa Sanpaolo e Clessidra dalla partnership esistente in Lauro61/Camfin e il contestuale parziale reinvestimento da parte di Unicredit e Intesa Sanpaolo in una nuova partnership, anche tramite costituzione di un apposito veicolo.

Rosneft avrà il 50% fdella società veicolo e il restante 50% sarà detenuto da una newco composta da Nuove Partecipazioni all'80% e, con una quota del 10% ciascuna, da Unicredit e Intesa Sanpaolo. Questa nuova partnership deterrà la quota Pirelli oggi posseduta da Lauro61/Camfin.

La nota dice che il disinvestimento delle banche e del fondo Clessidra "avverrebbe valorizzando a 12 euro per azione la partecipazione Pirelli" e che le modalità dell'operazione verrano definite nei prossimi giorni.

Secondo i dati Consob, Camfin, che è controllata da Lauro Sessantuno, detiene il 26,2% di Pirelli.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia