Crisi settore termoelettrico, serve tavolo con governo - Ravanelli

venerdì 14 marzo 2014 17:34
 

MILANO, 14 marzo (Reuters) - Per affrontare la crisi del settore termoelettrico, alle prese con un forte calo dei consumi e prezzi dell'energia in deciso ribasso, occorre avviare un tavolo fra governo, parti sociali e aziende per ristrutturare il settore.

E' questa l'opinione del direttore generale di A2A, Renato Ravanelli, illustrata nel corso di una call sui risultati del 2013.

"Il settore dell'energia elettrica è quello più in crisi soprattutto per gli operatori mono-settoriali che hanno strutture produttive meno flessibili di altre", ha detto il manager. Che aggiunge: "Siamo convinti che una ristrutturazione sia necessaria. Credo che sia il momento di mettere attorno a un tavolo governo, aziende e parti sociali perché si elabori un'idea di strategia energetica industriale del Paese".

Riferendosi poi ad A2A, "abbiamo rallentato l'attività produttiva: in alcuni nostri siti ci sono centrali ferme e in alcuni casi centrali ferme per periodi lunghi, ma questo vale anche per altri operatori".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia