PUNTO 1-Credem, utile 2013 -4,4% su effetto fiscale, cedola stabile

venerdì 14 marzo 2014 18:59
 

(Aggiunge dettagli da comunicato)

MILANO, 14 marzo (Reuters) - Credem ha chiuso il 2013 con un utile netto di 115,9 milioni di euro, in calo del 4,4% per un effetto fiscale non ricorrente e conferma il dividendo a 0,12 euro per azione.

Lo dice un comunicato dell'istituto spiegando che al netto dell'impatto negativo derivante dall'addizionale Ires decisa dal governo a fine 2013, l'utile netto sarebbe in crescita del 7,1% a 129,8 milioni.

Il risultato operativo sale del 3,8% a 346,8 milioni dopo un margine di intermediazione di 995,3 milioni (+2,5%) e costi di 613,3 milioni (+1,5%).

Le rettifiche nette di valore su crediti sono pari a 120,3 milioni in crescita del 35% rispetto a 89,1 milioni di euro a fine 2012 risentendo dell'indebolimento del quadro economico complessivo e a fronte di un rafforzamento dei criteri di valutazione dei crediti non performing.

Il rapporto delle sofferenze nette sugli impieghi sale all'1,6% da 1,3%, ma resta sotto la media del sistema, con un livello di copertura delle sofferenze al 58,2% da 55,4%.

I crediti problematici totali netti sono salgono a 788,4 milioni da 714,6 milioni.

Il core Tier 1 è pari al 9,9% "con la sola capitalizzazione degli utili generati dal gruppo senza ricorso ad alcun aumento di capitale negli ultimi cinque anni", specifica l'istituto.

Sul fronte della liquidità la banca fa sapere che ad oggi ha rimborsato 2,5 miliardi di euro di prestiti Ltro della Bce su 5 miliardi complessivi.   Continua...