Farmaci, indagati a Roma 4 dirigenti Roche e Novartis - fonti

venerdì 14 marzo 2014 14:47
 

ROMA, 14 marzo (Reuters) - La Procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati, nell'ambito dell'inchiesta su Roche -Novartis, quattro tra dirigenti e amministratori delle due società.

Lo rendono noto oggi fonti giudiziarie, precisando che i reati ipotizzati a vario titolo sono associazione a delinquere, corruzione, aggiotaggio, truffa a enti pubblici e disastro doloso.

Secondo le fonti, i magistrati romani chiederanno ora gli atti di indagine alla Procura di Torino, che indaga i vertici di Roche e Novartis per associazione a delinquere e disastro doloso.

Se Torino non dovesse trasmettere gli atti, verrà sollevato un conflitto di competenze, spiegano le fonti.

Un portavoce di Roche rimanda a un comunicato diffuso nei giorni scorsi, in cui la società definiva infondate le accuse.

Un portavoce di Novartis ha detto di non avere al momento alcun commento da fare.

La Procura capitolina ha aperto un fascicolo - inizialmente senza indagati e per i reati di aggiotaggio e truffa aggravata al Servizio sanitario nazionale - dopo che lo scorso 5 marzo l'Antitrust ha multato le due case farmaceutiche svizzere per oltre 180 milioni di euro per un presunto cartello che avrebbe condizionato la diffusione del farmaco economico per la vista.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia