PUNTO 1-Rcs strappa in Borsa su taglio costi e promozione di alcuni broker

giovedì 13 marzo 2014 12:56
 

(Aggiunge commenti broker)

MILANO, 13 marzo (Reuters) - Rcs strappa a Piazza Affari all'indomani dell'Investor Day, con il mercato che approva in particolare l'annuncio di nuovi tagli ai costi da 50-70 milioni, per un totale al 2015 di 200-220 milioni.

Intorno alle 12,40 il titolo guadagna l'8,33% a 1,755 euro con volumi per oltre 11 milioni di pezzi pari a circa tre volte la media a 30 giorni. Ben più modesto il rialzo del mercato, con l'Allshare a +0,6%.

"Al mercato è piaciuto molto il taglio dei costi", dice un trader. "Il titolo risente anche dell'uppgrade da parte di due grandi broker italiani", aggiunge. Il settore media in Europa si muove in lieve calo.

A promuovere Rcs sono state Mediobanca Securities e Esn/Banca Akros.

La prima ha alzato il giudizio a "outperform" da "neutral", con target stabile a 1,95 euro, spiegando che la società "sta facendo un lavoro eccellente sui costi e sta visibilmente accelerando il processo di digitalizzazione". Mediobanca ha alzato le stime di Ebitda al 2015 a 159 milioni, il 10% in più del consensus (la società ha confermato il target di piano di 150 milioni). "Continuiamo a vedere il rischio di overhang, ma crediamo che il recente andamento del titolo abbia dimostrato che l'aumento del flottante ha portato a volumi più consistenti e a una performance migliore", conclude il report.

Akros è passata ad "accumulate" da "hold" e ha alzato il target price a 1,85 da 1,55 euro. "Davvero Rcs punta a ribilanciare il fatturato con attività meno cicliche facendo leva sul settore sport ed eventi", sottolinea l'analista che parla di "una combinazione tra una credibile e più decisa azione sui costi, una via originale per la crescita dei ricavi nel breve termine in attesa della ripresa del ciclo economico e una sensata visione strategica". Il titolo, si legge nel report, non è a buon mercato, ma va considerata anche l'eterna componente speculativa su possibili lotte per il controllo della società. Le speculazioni sul management, invece, potrebbero adesso venire meno, conclude Akros.

Nel settore dei media italiani sono ben comprati anche l'ESPRESSO, IL SOLE24ORE, MONDADORI , mentre sono in calo CAIRO e MEDIASET . Mediobanca nel suo studio dice di preferire i publisher alle Tv perchè ci vede più spazio per un intervento sui risparmi e più opportunità dalla digitalizzazione del mercato italiano.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia