Mps, abbastanza tranquilli su stress test dopo chiusura Santorini, migliore spread- Profumo

mercoledì 12 marzo 2014 14:11
 

ROMA, 12 marzo (Reuters) - Banca Mps si appresta ad affrontare i prossimi stress test nell'ambito dell'esercizio Bce con "abbastanza" tranquillità, grazie alla chiusura della posizione sul prodotto Santorini e al calo dello spread, che hanno fatto calare drasticamente l'assorbimento di capitale richiesto per il rischio legato al portafoglio di Btp.

Lo ha detto il presidente della banca senese Alessandro Profumo durante una tavola rotonda al XX Congresso della Fabi in corso a Roma.

"Posto che non c'è ancora abbastanza chiarezza su come verranno realizzati, sappiamo che l'AQR sarà soprattutto sulla componente crediti, mentre lo stess test sarà più focalizzato sul portafoglio finanziario", ha detto Profumo.

"Per noi, dopo la chiusura di Santorini e specialmente con la forte discesa dello spread, che ha fatto scendere la riserva AFS negativa da 3,4 miliardi del 2011 a 700 milioni del 7 marzo, c'è una bella differenza. E' tutto capitale potenzialmente richiesto in meno. Da questo punto di vista siamo abbastanza tranquilli", ha aggiunto.

Mps è tra le 15 banche italiane per cui sono in corso le ispezioni della Bce nell'ambito dell'esercizio di valutazione della qualità degli attivi, AQR, e che sarà la base per il successivo stress test Eba. Lo scenario di base, per il quale le banche devono avere un CET1 dell'8%, verrà poi stressato e gli istituti dovranno provare di poter superare la soglia di CET1 del 5,5% sotto stress.

Oggi Mps ha comunicato di aver chiuso il 2013 con un core Tier1 del 10% e un CET1 pari al 9% fully phased Basilea 3.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia