PUNTO 3-BTPei 10 anni, possibile lancio domani, incoraggia appetito su Italia

martedì 11 marzo 2014 18:03
 

(riscrive, aggiunge dettagli, commenti)

di Elvira Pollina e Irene Chiappisi

MILANO, 11 marzo (Reuters) - Potrebbe essere lanciato già domani il nuovo decennale italiano indicizzato all'inflazione della zona euro, per il quale stamane il Tesoro italiano ha annunciato di aver conferito il mandato a un pool di banche, forte dell'interesse degli investitori istituzionali verso la carta italiana e questo specifico tipo di strumento.

"Da domani mattina ogni momento è quello giusto", dice un opeeratore delle banche coinvolte nell'emissione.

Emissione che, dunque, cadrà nella stessa settimana della tornata di asta di metà mese, al via domani 12 marzo con 7 miliardi di Bot a 12 mesi, mentre giovedì 13 sarà la volta del medio lungo, con un'offerta compresa tra 6 e 7,75 miliardi.

L'Italia ha emesso l'ultimo indicizzato a lunga scadenza nell'agosto 2011, un decennale via sindacato. Mentre l'anno scorso ha emesso in regolare asta un Btpei quinquennale.

"L'appetito nei confronti della carta italiana è buono, e nei confronti di questo tipo di strumento e di questo tipo di scadenza c'è una richiesta specifica da parte degli investitori istituzionali", prosegue l'operatore. "Non vedo problemi si sovrabbondanza, si tratta di strumenti diversi".

Assicurazioni e fondi d'investimento sono infatti tenuti ad avere nel loro portafoglio una porzione di titoli 'inflation linked'.

Tra le emittenti sovrani della zona euro, le uniche attive con un'offerta regolare in questo comparto sono Francia e Germania, che in questo momento, fino alla scadenza a 7 anni, offrono un tasso negativo, mentre la Spagna punta a debuttare quest'anno con un emissione inaugurale.   Continua...