Ilva, gup Taranto dissequestra azioni Alitalia dei Riva per 71 mln euro

martedì 11 marzo 2014 10:32
 

ROMA, 11 marzo (Reuters) - Il giudice per l'udienza preliminare di Taranto ha disposto oggi il dissequestro di azioni Alitalia per 71 milioni di euro detenute dal gruppo Riva Fire, che fa capo alla famiglia Riva, proprietaria dell'azienda siderurgica Ilva.

Lo riferiscono fonti giudiziarie.

La decisione del gup Wilma Gigli fa seguito alla richiesta di rinvio a giudizio di 53 soggetti - tra cui esponenti della famiglia Riva, ex dirigenti di Ilva e il presidente della Puglia Nichi Vendola - per disastro ambientale, dicono le fonti. Al magistrato sono state trasferite infatti tutte le carte relative al caso.

Le azioni Alitalia rientravano nell'elenco di beni mobili e immobili per circa un miliardo e mezzo di euro sequestrate a settembre 2013 dalla Guardia di Finanza, nell'ambito dell'inchiesta sull'inquinamento prodotto dall'impianto siderurgico più grande d'Europa.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia